Cento studenti in visita agli impianti di Italcementi, quest’oggi, in occasione del Cava Day. La manifestazione di Confindustria ha fatto tappa nel paese dell’Isola bergamasca con gli allievi di due scuole superiori: il Fantoni di Bergamo e  l’Istituto di Agraria Cantoni di Treviglio.

Cava Day promosso da Confindustria

L’iniziativa è promossa dal Gruppo Industriali Tecnologie e Materiali per l’edilizia di Confindustria Bergamo. Obiettivo: aprire agli studenti e agli insegnanti  delle scuole superiori della provincia di Bergamo alcune realtà estrattive del territorio. In cava i ragazzi hanno  potuto osservare i processi produttivi, le caratteristiche dei materiali naturali estratti e le loro molteplici applicazioni. Calcestruzzi, asfalti, manufatti in cemento e prefabbricati con i quali si realizzano e ristrutturano edifici civili e industriali., ma anche  infrastrutture di pubblico utilizzo, come piste ciclabili, strade, ponti, gallerie, aeroporti. Di ieri la notizia del premio conferito ad Italcementi da Ecomondo per l’innovativo materiale “i.idro DRAIN”, rispettoso del ciclo dell’acqua.

La cava di Monte Giglio

La cava di marna calcarea Monte Giglio di Italcementi si trova nei territori comunali di Calusco D’Adda, Carvico e Villa D’Adda. Fornisce alla vicina e rinnovata cementeria  una delle materie prime fondamentali per la produzione di cemento. Il sito estrattivo è schermato dalle pendici del rilievo collinare originario. Non è visibile dai vicini abitati  perché una folta vegetazione a bosco ricopre i fronti superiori ormai del tutto rinaturalizzati. I fronti bassi si presentano a gradoni coltivati.

Leggi anche:  Parabrezza colpito da calcinaccio, paura in galleria

Quarry Life Award

Quest’anno il Cava Day ha acquisito ulteriore valore. La cava di Monte Giglio, insieme a quella di Monte Pedrino (tra Palazzago e Caprino Bergamasco) è infatti fra i siti selezionati da Italcementi per partecipare al concorso internazionale Quarry Life Award. Promosso a livello mondiale da HeidelbergCement Group, Italcementi lo lancia ora per la prima volta in Italia. Si rivolge a università, accademie e associazioni, ma anche a cittadini, studenti, ricercatori. Tutti possono presentare la propria idea per promuovere la biodiversità nelle cave.

Un concorso in due ambiti

Per favorire una migliore competizione fra tutti i partecipanti, Quarry Life Award è suddiviso in due settori. Ci sono il Settore Ricerca e il Settore Comunità. Ciascuno contiene tre categorie fra cui scegliere. Il miglior progetto a livello internazionale riceverà 30.000 euro, quelli a livello nazionale riceveranno premi fino a 5.000 euro. I progetti dovranno essere inviati sul sito www.quarrylifeaward.it entro il 20 novembre 2017.