A Varenna il seminario di dialogo interreligioso.

Varenna, “Trittico” interreligioso

Fine settimana di studi e dialogo, a Varenna, col “Trittico” interreligioso, che ha portato fedeli ed esponenti di vari credi religiosi nella Perla del Centro Lario. Cinque Expo Fotografiche, la proiezione revolving continuata di due Docufilm e un Seminario Internazionale Interreligioso hanno animato le sale di Villa Monastero, Villa Cipressi, Chiesetta di S. Maria alle Grazie e Salone De Marchi. In settimana saranno ancora visitabili tre mostre (“Nove religioni mondiali, collegate e cooperanti per costruire una etica e una pace globale” della Global Ethic Foundation – Stiftung Weltethos, “Luoghi Santi bahá’í sul Monte Carmelo in Israele” della Comunità bahá’í; nella Chiesetta di Santa Maria alle Grazie, e “Autobiografia dell’anima, di David Maria Turoldo”).

Mostre e documentari visti da 300 persone

Oltre 300 visitatori, sabato e domenica, hanno assistito alle mostre e ai due docufilm (“Beltà lariane e alpine:un contributo alla meditazione e alla pace” di Alberto Locatelli e “Architettura e storia dei Templi bahá’í in Israele e nel mondo” di Marina e Gianni Fava). Un buffet dell’amicizia è stato servito sulle splendide terrazze dei giardini di Villa Cipressi, baciate dal tepore di un caldo sole autunnale e da un’aria tersa come non mai.

Il seminario

Al pomeriggio, invece, si è tenuto il seminario “Religioni e Globalizzazione, risorse o pericoli?”. A tavolo dei relatori: Religions for Peace Italia – Luigi De Salvia (moderatore), Global Ethic Foundation – Nazzareno Gottardi, Arcidiocesi di Milano – diacono Roberto Maria Pagani, Islam – Nader Akkad (Imam di Trieste), Chiesa Valdese – Gianandrea Nicolai, Amici di Israele – Eyal Misrahi, Bahá’í – Maria Augusta Favali, APS Gianni Ballerio – Ezio Lanfranconi, e il Sindaco di Varenna Mauro Manzoni. Dodici nazioni sono risultate presenti fra il pubblico: Togo, Iran, Siria, Egitto, USA, Lussemburgo, Filippine, Svizzera, Albania, San Marino, Argentina, Italia.

Leggi anche:  Aprile a Villa Monastero: ecco tutte le iniziative

Momenti di musica e dialogo

Dopo il prologo del sindaco, sono state elencate le numerose e importanti adesioni pervenute, fra cui i cardinali Angelo Scola, Gianfranco Ravasi e Jean-Louis Tauran, per le autorità religiose, e del Capo dello Stato Sergio Mattarella, del Presidente del Senato Pietro Grasso, del Ministro Marco Minniti per le massime autorità civili italiane. I messaggi di positivi auspici del cardinale Tauran e del presidente Grasso sono stati oggetto di una “lettura recitata” da parte di due giovani attrici. Le adesioni più significative sono state quasi una trentina, non escluse quelle di autorità religiose e civili del territorio. Fra il pubblico anche i rappresentanti di ONG impegnate nel Dialogo e nella Ricerca di equità e giustizia e unità. I lavori e le consultazioni sono stati intervallati da vibranti momenti artistici canori e musicali, con una pausa di estasi e meditazione e fraternità proprio al tramonto, con i cieli lariani incendiati di un rosso quasi magico.