“Una città sul Palcoscenico” fa il bis. Il secondo appuntamento della Rassegna “Una città sul palcoscenico” ha visto il graditissimo ritorno della Compagnia “Rataplan” , che dopo un anno di sosta in cui ha replicato con successo la commedia di Neil Simon “Andy e Norman”presentata in Rassegna nel 2016 ha proposto la commedia di Cinzia Berni “La mia miglior nemica”.

Storia di un talento

Cinzia Berni, diplomata al laboratorio di Esercitazioni Sceniche diretto da Gigi Proietti, inizia la sua carriera come attrice con Gino Bramieri in uno spettacolo di Garinei Giovannini. È poi al fianco dello stesso Gigi Proietti e di Maurizio Micheli, Johnny Dorelli, Enrico Beruschi, Pippo Franco, Dario Vergassola, Monica Vitti, Edwige Fenech sia in televisione che in cinema.
Nel 2008 inizia la sua carriera di autrice con testi sempre originali e divertenti in cui le donne sono perfette protagoniste.

Trama da non perdere

Clara torna da un viaggio e le piomba in casa Elena per chiederle ospitalità perché Laura, la sua ex coinquilina, torna per qualche giorno dall’Australia, dove si è trasferita, e non sa che l’uomo che stava per sposare, ora vive con la sua amica.
Per evitare che la cosa venga fuori, Elena si trasferisce da Clara aspettando l’arrivo di Laura.
Tra le valige però c’è una borsa che Elena ha portato per sbaglio in casa. La aprono e trovano una pistola, nel frattempo arriva Laura.
Per un po’ le due dimenticano l’arma, troppo prese ad inventare scuse affinché Laura non scopra che l’amica le ha portato via il fidanzato.
Gianna, la ragazza della porta accanto, suona alla porta di Clara e dice di essere la proprietaria della borsa…
Chi è questa Gianna e perché ha una pistola? Elena è troppo preoccupata a tenere il suo segreto, ma forse c’è anche qualcun altro che ha qualcosa da nascondere… Il finale è tutto da scoprire!!

Leggi anche:  La festa di Carnevale fa il pienone a Merate FOTO e VIDEO

 

Ironia e talento al punto giusto

Quattro attrici con talento e ironia ci svelano il mondo femmineo in tutte sue più spiritose sfaccettature. Equivoci e situazioni divertenti, battute e ritmo serrato, una comicità frizzante per uno spettacolo gradevolissimo.
Paola Spreafico, Romina D’Agrosa, Patrizia Tonsi, Silvia Arcurio riescono a interpretare in modo estremamente brillante un testo la cui struttura si basa su dialoghi serrati e la cui tensione va mantenuta per l’intero arco dello spettacolo. La cosa riesce con grande maestria, grazie alla poliedricità e alla naturale simpatia delle interpreti che riescono a coniugare, alle indiscusse qualità attoriali, anche quelle mimiche risultate di fondamentale importanza in considerazione del rilievo che ha la componente “coreografica”, in termini di movimenti scenici, che intrecciata ai dialoghi, genera un congegno perfetto guidata con maestria da Beppe Colella e Michele Masullo calati per l’occasione nel ruolo di registi, originali e creativi.

Al Cenacolo il prossimo appuntamento

Per il prossimo appuntamento sabato 24 e domenica 25 febbraio sarà sul palcoscenico del Cenacolo Francescano la compagnia “Le Gocce” di Civate che proporrà “Un diavolo di marito” di Giuliano Mangano, testo divertente che esalta le caratteristiche delle compagnie amatoriali. A presto!