E’ in programma per domani, venerdì 13 aprile, la serata conclusiva di LeccoCineInCittà.

LeccoCineInCittà

L’ultimo appuntamento della  rassegna cinematografica si terrà  presso Spazio teatro invito di via Ugo Foscolo 42 a Lecco. “La serata è ancora a tema giovanile ma indirizzata ad un pubblico da 0 a 99 anni ed è a ingresso libero fino ad esaurimento posti” spiega Andrea Gianviti.

Grandi ospiti

Prenderanno parte alla serata la regista lecchese Nicoletta Favaron, vice presidente del Trento film Festival,c he presenterà il suo nuovo corto”Storia di una goccia”. Maurizio Faia, diplomato lo scorso anno presso l’istituto Antonioni di Busto Arsizio, presenterà il suo corto di diploma:”L’albero di CArtone”, che è stato girato in parte presso “La nostra famiglia di Bosisio Parini”. Matteo Colombo, già presente la scorsa serata, presenterà tre nuovi videoclip.

Spazio anche alla musica

E ancora  Emanuele Battazza, in arte “Batti”, presenterà due sue canzoni. Emanuele è un rapper promettente lecchese molto seguito sul territorio dai liceali. Verrà presentato inoltre da alcuni ragazzi del Liceo Artistico Medardo Rosso di Lecco il videoclip “Signor tenente”. Infine verranno presentati alcuni videoclip realizzati dall’associazione Spettacolaree, co- organizzatrice della rassegna insieme al comune di Lecco e Leccofilmcommission. L’associazione ha sede da un anno a Garlate presso la fondazione Bruni e propone laboratori di teatro,cinema,canto e ballo per bambini e adolescenti.

Leggi anche:  Conoscere e gestire lo stress un incontro con la Pro Loco

“Metamorfosi”

A coronare il tutto sarà il cortometraggio “Metamorfosi” realizzato dai ragazzi che hanno preso parte alle attività in questo primo anno di laboratori. Alla serata sarà presente anche l’assessore alla cultura del comune di Lecco Simona Piazza. Al termine sarà rilasciato un attestato e verranno consegnati  alcuni premi speciali. Tutti invece avranno la possibilità di essere inseriti sul sito:”Filmcommissionteam” che contiene le maestranze cinematografiche delle province di Como, Lecco, Sondrio, Monza e Varese per avere in futuro visibilità.