A Lecco, città senza cinema, parte finalmente una rassegna cinematografica: stiamo parlando di  LeccoCineIncittà

Lecco città senza cinema, per fortuna ci sono i volontari

“Nella città dove mancano sale cinematografiche si sente comunque il bisogno di fare cinema” spiega Andrea Gianviti, volontario di Leccocineincittà. “Questa rassegna infatti  promuove i registi e filmaker del territorio e i luoghi lecchesi,senza nessuno scopo di lucro. La rassegna è completamente gestita da volontari ed è a ingresso libero”. La location è SpazioTeatroinvito di via Ugo Foscolo.

In campo anche il Comune

Nell’organizzazione della manifestazione, patrocinata e sostenuta dall’assessorato alla cultura del Comune di Lecco e da Lecco Film Commission, si aggiunge una nuova associazione, “Spettacolaree”, che si dedica ad avvicinare i giovani al mondo del cinema, del teatro e del canto attraverso corsi e laboratori. Ecco i film i programma

 

Venerdì 16 febbraio 2018 – ore 21

“Le allettanti promesse”, realizzato da Chiara Campara e Lorenzo Faggi.
Docufilm girato dai due autori in occasione del raduno mondiale dei volontari di Wikipedia ad Esino Lario lo scorso anno. Vincitore fra l’altro al Festival dei Popoli.
A seguire il mediometraggio “Con le spalle nel vuoto –Vita di Mary Varale” realizzato a quattro mani dai lecchesi Sabrina Bonaiti e Marco Ongania. Narra le vicende e le scalate di un’alpinista che dal 1925 al 1935, in conflitto con il credere della sua epoca scalò ben 217 cime.

Sabato 17 febbraio 2018 – ore 21

“Sentire il mio passo sul sentiero” di Carlo Prevosti e Jacopo Santambrogio.
A seguire “Perdutamente Cerro Torre, da Cesare Maestri a Casimiro Ferrari” un film di montagna, inedito, di Paola Nessi a cura di Alessandro Masciadri.
Un documentario con le diverse test imonianze di Cesare Maestri, Mariolino Conti, Gigi Alippi, Giuseppe Lafranconi, Ernesto Panzeri, Felice Anghileri, Laura Ferrari, Ugo Ferrari e Giorgio Spreafico.
Conclude la serata “Rispetto e Umanità”, documentario realizzato da Antonio Losa in occasione del 25° anno di attività della Cooperativa Il Ponte.

 

Venerdì 2 marzo 2018 – ore 21

“Indagine su sei brani di vita rumorosa dispersi in un’estate afosa – raccolti e scomposti in cinque atti”. Un film che ha partecipato anche al Filmmaker Film Fest 2016.
Segue il cortissimo “1510 – sogno su carta impressa con video”. Un film di emozione fitto di ricordi e filtrato da percorsi onirici.
Chiude il corto “Vedere tra” un documento in cui Luigi Erba raconta nel dettaglio la mostra allestita a Palazzo delle Paure a Lecco.
Le tre proiezioni sono della videomaker lecchese Ilaria Pezone.

Leggi anche:  Le notti in biblioteca ripartono

 

Sabato 3 marzo 2018 – ore 21

Proiezione di “corti” e videoclip, con una serie di filmati realizzati da ragazzi lecchesi o che hanno frequentato le scuole professionali, nell’ordine:

“Fili” di Alice Clerici.
“Pandora” di Gabriele Fortuna
“Sottocasa” un videoclip del regista e autore lecchese Antonio Losa.
“La cantina” di Andrea Gianviti.
“Videoclip” a cura di Alberto Alessi (Looksound multimedia).
“Peepfone” di Gabriele Marelli.
“Voiceland” di Luca Rigamonti.
“Milano City” di Sara Bovini.
“Operazione Demoni” di Michele Lozito.
“3 videoclip” di Matteo Colombo.
“Videoclip” a cura di Federica Grisoni.

 

Venerdì 13 aprile – ore 21, serata di chiusura

“Storia di una goccia” mediometraggio della regista lecchese Nicoletta Favaron, che da quest’anno è diventata vice presidente del Festival della Montagna e dell’esplorazione città di
Trento. Il viaggio di una goccia attraverso l’ambiente montano che si imbatterà in quattro atleti e una guida alpina.
A seguire il corto “L’albero di cartone” di Marurizio Faia. Poi alcuni “Videoclip” del rapper lecchese Emanuele Battazza. Verranno proposti altri tre “Videoclip” di Matteo Colombo.
L’ultima parte della serata è riservata al saggio finale di alcuni allievi che hanno seguito i corsi e i laboratori dell’associazione Spettacolaree con videoclip, sketch e cortometraggi.
Al termine verranno consegnati gli attestati di partecipazione a tutti i registi e ai filmmaker che hanno partecipato.