Un laboratorio orchestrale per archi a villa Gomez. E la prima delle proposte contenute nel ricco programma di seminari e masterclass presentato dal Civico Istituto Musicale “G. Zelioli” di Lecco  per l’anno 2018 un nutrito programma di
seminari e masterclass.

Laboratorio orchestrale in dieci lezioni

L’esperienza è particolarmente attraente per musicisti giovani e meno giovani, dal momento che consente di vivere l’esperienza di suonare in un gruppo orchestrale. Il laboratorio inizierà  venerdì 3 marzo nella sede di Villa Gomes (via Gomes 10)  a cura del maestro Marcello Corti.  Articolato in dieci lezioni di un’ora, si terrà sempre di venerdì, dalle ore 18 alle 19.  Destinatari del corso sono tutti coloro che studiano uno strumento ad arco e possiedono i requisiti tecnici per affrontare brani di media difficoltà. I partecipanti scopriranno, fra l’altro, come ci si siede in orchestra, quali sono i segreti per fare musica insieme, qual è il ruolo del direttore, l’accordatura, il respiro, le arcate.

Esperienza individuale e insieme collettiva, il seminario sarà un’occasione di approfondimento e di crescita non solo musicale, ma anche umana. Al termine, gli allievi parteciperanno al concerto conclusivo, che avrà luogo sabato 19 maggio. La quota di iscrizione è di 30 euro. La masterclass sarà attivata con un numero minimo di 15 iscritti. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Leggi anche:  Revocate le limitazioni al transito nella Galleria di Parè

Informazioni e iscrizioni: tel. 0341 42 27 82 (dalle 14 alle 18) – email info@civicalecco.org

Il maestro Marcello Corti

Il maestro Marcello Corti si è diplomato in direzione con Franco Cesarini presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, perfezionandosi poi con numerosi altri maestri. Nel 2011 è stato selezionato tra 70 direttori provenienti da tutto il mondo per studiare direzione d’orchestra alla prestigiosa Accademia Chigiana di Siena con il maestro Gianluigi Gelmetti. Nel 2015 di nuovo con Michel Tabachnik. Per MilanoMusica ha diretto una formazione giovanile nell’esecuzione di “Fresco” di Luca Francesconi (2015) ed eseguito musiche di Xenakis con un’orchestra giovanile (2015). ha collaborato con gli Esecutori di Metallo su Carta, con i quali ha inciso “L’histoire du Soldat” per la casa discografica londinese 19’40”. Con Enrico Gabrielli e Sebastiano de Gennaro ha partecipato al festival ContempoRarities a Milano, dirigendo “The Planets” di Holst nella versione per tredici strumenti, “Histoire du Soldat” e “Progetto Generativo” (Gabrielli). Ha diretto la prima esecuzione assoluta dell’opera “Le Sconfitte” di Claudio Gay. In seguito Ha eseguito “Dies Natalis” di Howard Hanson e “Percussion Concerto” di Robert Jager. Ma ha anche curato la prima esecuzione assoluta di “Cadeau” di Angelo Bruzzese.