Nonostante la pioggia, anche la replica de’ La Notte bianca di Betlemme ha segnato l’ennesimo successo. Ancora una volta, nel pomeriggio dell’Epifania, tutta la comunità di Novate si è stretta intorno all’apprezzato progetto.

Grande emozione con il presepe vivente a Novate

Già nella notte della vigilia di Natale in tanti hanno preso parte alla Sacra Rappresentazione. Nel pomeriggio di sabato 6 gennaio la Natività è stata di nuovo replicata lungo le vie di Novate. Un pubblico consistente e armato di ombrelli, considerata la giornata uggiosa, ha preso parte all’iniziativa. La rappresentazione si è ripetuta praticamente identica. Dal celebre censimento iniziale alla nascita del Bambinello nella capanna fino al’arrivo dei Magi. Il tutto attraversando un paesaggio ricreato ad hoc secondo le caratteristiche umili, agresti e contadine della Betlemme dell’epoca. Sostanziale differenza, rispetto alla vigilia di Natale, la luce del giorno. E’ venuta meno l’atmosfera notturna, quell’oscurità mistica che ha realmente avvolto il mistero dell’Incarnazione. Tuttavia, lo scenario è rimasto comunque affascinante e particolarmente gradito.

Leggi anche:  Biglietto unico per visitare Villa Monastero e i Giardini di Villa Cipressi

La Natività novatese parte integrante della mostra sui presepi in Comune

Organizzatori ancora più soddisfatti, quest’anno, perché il presepe vivente ha trovato gradito spazio nell’esposizione “Presepi in mostra” nell’atrio del Comune di Merate. Ad organizzare il tutto la Consulta Cultura e Istruzione con le associazioni Proloco, Fotolibera e Ronzinante della città. Un modo particolarmente apprezzato per focalizzare l’attenzione su un evento che fa davvero parlare di sé: dal Meratese all’intera Provincia e oltre. Un modo speciale per sentirsi orgogliosi di un prodotto di grande qualità.