Adolescenza e anoressia : un binomio che non appartiene certamente ad una sola storia. Chiara Frigerio ha raccontato la sua in un libro, “I won’t sink”, edito da Bellavite,  presentato al pubblico venerdì sera a Missaglia, primo evento della rassegna letteraria proposta da L’Atelier dell’Evento.

Adolescenza e anoressia

La serata, organizzata nell’atmosfera magica della chiesina sconsacrata del ‘700 di piazza Verdi, che è sede de L’Atelier dell’Evento, ha riscosso il meritato successo. Adulti e ragazzi, per la maggior parte adolescenti hanno seguito con grande interesse la presentazione di Chiara, che ha ripercorso le tappe del suo difficile percorso, dall’inizio della malattia alla guarigione. Un pubblico attento con il quale la giovane scrittrice si è confrontata, rispondendo ad una serie di domande finali.

Il pericolo dei social

Chiara Frigerio ha voluto in particolare sottolineare l’importanza, ma allo stesso tempo la pericolosità, dei social. Soprattutto per i ragazzi a lei coetanei, che devono imparare ad usarli in modo positivo perché possono essere fatali. La serata si è conclusa con la firma delle copie del libro. Entusiasta Chiara,  contenta di aver fatto arrivare un messaggio importante, qualcosa di utile soprattutto alle ragazzine presenti.