Saranno i primi dieci iscritti i carri premiati alla Grande Sfilata di Carnevale. Quest’anno infatti la Pro Loco ha messo sul piatto mille euro per dare un piccolo contributo ai primi dieci carri che si iscriveranno. La sfilata si terrà sabato 17 febbraio per le vie di Cisano Bergamasco con partenza alle 13.30 da via Dorando Pietri.

Carri premiati, la tradizione è importante

I carri premiati saranno infatti i primi dieci iscritti. “Abbiamo voluto investire questi soldi per contribuire all’impegno di chi porta avanti le tradizioni” spiega il presidente Pro Loco di Cisano Giuseppe Secomandi. E’ quindi un’opportunità interessante per chi ha già sfilato ed ha il carro pronto. Infatti questo invito è esteso anche ai carri che han già preso parte alle sfilate di Carnevale secondo il rito romano.

Carnevale con rito romano

La festa di Carnevale tuttavia non ha un giorno fisso. Dipende infatti dalla data in cui viene fissata la Pasqua, che cambia di anno in anno. C’è però un preciso criterio per decidere. Per il rito romano l’inizio corrisponde infatti al Giovedì Grasso, mentre l’ultimo giorno di Carnevale è proprio Martedì Grasso. La Settimana Grassa quindi precede il mercoledì delle ceneri: tradizione vuole, specie in passato, che in questi giorni vengano consumati i cibi vietati durante il digiuno della Quaresima. Per il 2018, secondo il rito romano, la settimana di Carnevale inizia l’8 febbraio e termina il 13 febbraio. Il Mercoledì delle Ceneri infatti determina l’inizio della Quaresima.

Leggi anche:  A Lecco una grande mostra su Orlando Sora

Carnevale Ambrosiano

Nel rito ambrosiano il Carnevale ha inizio la prima domenica successiva al Mercoledì delle Ceneri.La storia del Carnevale Ambrosiano si ricollega direttamente a quella di Sant’Ambrogio, patrono di Milano. L’unico comune della Val San Martino che non segue il rito Ambrosiano è la Città di Pontida. Quest’anno il Carnevale Ambrosiano termina quindi domenica 18 febbraio.

Perché questa differenza

Secondo la tradizione infatti Sant’Ambrogio, quando era Vescovo della Città, partì per un pellegrinaggio, assicurando alla popolazione che sarebbe tornato a Milano in tempo per dare inizio alla Quaresima e quindi per Carnevale. Sant’Ambrogio tardò il suo rientro in città, ma gli abitanti decisero di aspettare comunque l’arrivo del Vescovo e quindi il Carnevale venne prolungato e l’inizio della Quaresima spostato di alcuni giorni.

Dolci di Carnevale per tutti

Dopo una bella sfilata per le vie del paese il ritrovo è quindi fissato presso la struttura polifunzionale. Ad attendere infatti tutte le mascherine i dolci tipici di carnevale e tanta allegria. Per informazioni e regolamento visitare il sito della Pro Loco di Cisano Bergamasco.