Sono esperti della cosiddetta truffa del freezer. Girano in due. Uno finge di essere un tecnico del gas, l’altro un vigile urbano che l’accompagna. Insieme questa mattina hanno messo a segno questa mattina, mercoledì un paio di colpi. Quello con il bottino più ingente è stato a Terno d’Isola, vittime una coppia di pensionati.

Vittime della truffa due anziani

E’ successo attorno alle 9.30. I due manigoldi sono entrati in azione  in via XXV Aprile, strada residenziale a poca distanza dalla stazione ferroviaria.  Hanno citofonato all’abitazione di una anziana coppia, lui 83 anni, lei 74,  spiegando di dover effettuare un controllo sulle condotte. La vista della divisa indossata dall’uomo che accompagnava il sedicente tecnico deve aver rassicurato la coppia. L’inganno ha più che funzionato. Varcata la soglia, il truffatore in abiti da lavoro ha finto di esaminare l’acqua fatta scorrere da un rubinetto. “C’è forte odore di gas, sentite?” ha detto facendo credere alle povere vittime che correvano il rischio concreto di un incendio in casa. Indispensabile prendere precauzioni mentre si cercava di bonificare la tubatura idrica intasata dal metano. Per questo i due pensionati sono stati invitati a riporre  i loro averi, denaro e oro, nel posto indicato come il più sicuro della casa: il freezer.

Leggi anche:  Picco influenzale previsto per la settimana di Capodanno

Spariti il denaro e l’oro in casa

Ciò fatto, marito e moglie sono stati invitati a lasciare la cucina. Un attimo dopo sia il vigile che il tecnico del metano erano scomparsi. Insieme a loro sparito anche il sacchetto con gli averi dei due anziani. Ai quali non è rimasto che lanciare l’allarme. Troppo tardi. Il caso è è stato denunciato alla competente caserma dei carabinieri di Calusco. ma non è stato l’unico episodio della mattinata. E’ infatti accaduto anche a seriate. Stesse modalità, difficile invece dire se si trattasse degli stessi truffatori.