Simone Moro ha fatto pervenire il suo messaggio di cordoglio per l’alpinista Enrico Crippa. Nella mattina del 25 dicembre infatti Moro, noto alpinista, appresa la notizia della prematura scomparsa, ha rivolto un pensiero di vicinanza alla famiglia ed agli amici delle sezioni Cai di Cisano Bergamasco e di Calolziocorte.

Simone Moro abbraccia la famiglia Crippa

Simone Moro la mattina di Natale, appena saputo della scomparsa di Enrico Crippa, ha inviato un messaggio di cordoglio. Enrico Crippa, alpinista esperto e benvoluto da tutti in Val San Martino, si è spento sabato 23 dicembre. Numerosi i messaggi di cordoglio dai cittadini di Pontida, Cisano Bergamasco e dal mondo Cai. «Desidero esprimere il mio cordoglio alla famiglia e quindi a tutti gli amici del Cai di Cisano e Calolziocorte. Vi abbraccio, Simone Moro».

Enrico e la sua passione per la montagna

“Se volete parlare di Enrico dovete quindi parlare della sua passione per la montagna” ci dicono infatti gli amici e colleghi. Per Enrico la montagna era, non solo una passione, ma il suo stile di vita. Pacato, preciso, capace di fare gruppo e di trovare spunti per unire le persone. La sua passione l’ha portato in giro per il mondo per scalare montagne come l’Aconcagua, la montagna più alta della Cordigliera delle Ande e di tutto il continente americano con i suoi 6.962 metri. Aveva conosciuto Simone Moro ad una delle tante serate dedicate all’alpinista bergamasco di fama internazionale e ne era grande estimatore. Oggi è Enrico a ricevere un messaggio di affetto e stima da Moro.

Leggi anche:  Matteo Della Bordella ha scalato i Ragni di Lecco: e' lui il nuovo presidente

Un addio partecipato

Molti i presenti per l’ultimo saluto all’alpinista Enrico Crippa nella mattina di Santo Stefano, presso l’Abbazia di San Giacomo a Pontida. Tuttavia tra i tantissimi giovani presenti, oltre ai nipoti, c’erano allievi del Cai. Le parole del padre abate Giordano Rota hanno quindi ripercorso la vita di Enrico basata sul valore della famiglia e rispetto per il prossimo oltre ad un profondo senso del dovere. A leggere tuttavia – alla fine della cerimonia funebre – le parole di cordoglio di Simone Moro il presidente della sottosezione Cai di Cisano Bergamasco Francesco Panza. Per le spoglie dell’alpinista pontidese si è scelta la cremazione. Gli ultimi gesti di riconoscenza e affetto ad Enrico ed ai suoi familiari sono stati infatti espressi sul sagrato dell’Abbazia.