“Per un servizio ferroviario di qualità che sia sicuro per tutti, ho chiesto all’assessore Sorte quali interventi di presidio e di videosorveglianza Regione Lombardia, in coordinamento con RFI, intenda programmare e mettere in atto per garantire non solo la sicurezza del personale di Trenord. Ma anche quella di tutti i cittadini utenti del servizio”. A scendere in campo, ancora una volta, sul tema della Sicurezza treni è il consgliere regionale  Raffaele Straniero.

Sicurezza treni Straniero scrive all’assessore Sorte

Con una lettera che oggi ha inviato all’assessore ai Trasporti, il consigliere dem ha manifestato tutta la sua preoccupazione. Timori in particolare riferiti ai  i numerosi episodi che ogni giorno mettono a repentaglio la sicurezza di personale e utenti sulla direttrice Lecco-Milano. Qui infatti  negli ultimi mesi si sono verificati diversi episodi di violenza e di rapina, messi in atto sia sui treni che nelle stazioni ferroviarie.

2101 segnalazioni

“La Relazione annuale al Consiglio Regionale sullo stato della rete e sul servizio ferroviario regionale rileva ben 2101 segnalazioni relative alla sicurezza pervenute nel corso del 2016,” sittolinea Straniero. “Di queste  105 di aggressione al personale, 172 di minaccia al personale, 80 di aggressione ai viaggiatori e 144 di rapine”.

“La sicurezza va garantita, sempre”

“Un quadro preoccupante che purtroppo non accenna a migliorare” aggiunge  il consigliere dem. “Dal momento che quello della sicurezza è stato sempre il cavallo di battaglia di questa maggioranza, vorrei proprio capire cosa intendano fare concretamente. Ciò  anche se siamo agli sgoccioli di questa legislatura. La sicurezza va garantita, sempre”

Leggi anche:  Anziano investito davanti al supermercato. In volo anche l'elisoccorso VIDEO

I servizi straordinari

Nel perido festivo Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Lombardia ha intensificato i controlli per contrastare i reati in ambito ferroviario. 13 le persone arrestate nel periodo di controlli straordinari e ben 76 le persone denunciate a piede libero.

Il seminario a Lecco

Recentemente  invece si è svolto a Lecco, promosso dall’onorevole Gian Mario Fragomeli un seminario sull sicurezza ferroviaria. L’incontro era stato il  proseguimento ideale dell’interrogazione parlamentare presentata la scorsa estate dallo stesso Fragomeli. Ciò a seguito di episodi violenti che si erano verificati sulle linee ferroviarie utilizzate dai pendolari lecchesi.

I numeri lecchesi snocciolati durante l’incontro

Alla tavola rotonda avevano partecipato anche i dirigenti della Questura e della Polfer lecchese a partire dal dottor Costanzo.  Quest’ultimo, dati alla mano, aveva  sottolineato che la situazione lecchese, sino al 30 novembre scorso, non aveva fatto registrare un tasso di criminalità tale da giustificare la percezione di insicurezza che c’è tra la popolazione. 79 le persone denunciate, una sola arrestata. Oltre 1900 i treni scortati e 2500 i servizi effettuati.  A questi vanno aggiunti poi 15 pattugliamenti. Tutto ciò a fronte di un organico di 12 agenti.