Una settimana fa Lecco si fermava per rendere omaggio a Giovanni Charlie Giarletta, il vice capo delegazione della Diciannovesima Delegazione Lariana del Soccorso Alpino morto con Ezio Artusi a causa di una valanga in Grignetta. Quella causata dalla tragedia è una ferita ancora aperta. Un ferita che faticherà a rimarginarsi. E in ogni caso la cicatrice resterà indelebile sulla pelle di chi ha avuto la fortuna di conoscere i due alpinisti e soccorritori. Di apprezzare la loro competenza, di ammirare il loro coraggio, di invidiare le loro capacità, di esaltare la loro generosità. Ma soprattutto il loro ricordo rimarrà sempre vivo nel cuore di chi li ha amati davvero.  Uno su tutti: l’avvocato Antonio Giarletta, papà di Giovanni

“Ecco chi era il mio Charlie”

“Mi sento orgoglioso e fiero del mio piccolo eroe. Ma avrei preferito che restasse per tutti uno sconosciuto e che fosse ancora qui, accanto a me racconta papà Antonio. “I miei figli sono la mia vita e senza Giovanni mi sento svuotato. Venerdì scorso prima di andare in Grignetta Charlie è passato nel mio studio, si è affacciato alla porta dell’ufficio, mi ha salutato con uno sorriso poi è partito. Questo è l’ultimo ricordo che ho di lui”.  Dolce e straziante il ricordo dei momenti passati insieme. “Era una persona umile e disponibile. A volte dal Soccorso Alpino lo chiamavano per un’emergenza, magari lui era a tavola e stava mangiando. Lasciava tutto e correva subito. Un giorno gli dissi: “Ma almeno finisci la pasta, poi te ne vai”. E lui: “Ma papà io posso mangiare dopo, queste persone hanno bisogno del mio aiuto adesso”.

 

I ringraziamenti della famiglia Giarletta

E oggi l’intera famiglia Giarletta vuole  ringraziare quanti  hanno preso parte ai funerali e che sono stati loro accanto in questo momento di grande dolore. “Desideriamo ringraziare il prefetto Liliana Baccari, il colonnello della Guardia di Finanza Massimo dell’Anna, il colonnello Giovanni Casadidio, capo  del personale  del Comando Interregionale dell’Italia Nord Occidentale,   il presidente del Tribunale Ersilio Secchi e tutto il personale, la Procura della Repubblica di Lecco e tutto il personale, il presidente della Sezione Penale Enrico Manzi intervenuto personalmente alle esequie e tutto il personale.  Il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Lecco e tutti gli avvocati nonché quelli intervenuti, il presidente della Camera Penale di Como e Lecco Paolo Camporini e i colleghi avvocati, il presidente dell’ANFI Filippo Di Lelio e tutti i soci nonché i componenti le Sezioni d’Italia attivati in qualità di finanzieri in congedo. Inoltre il presidente dell’IPA Luigi Alfano e soci tutti della stessa” sottolineano il papà Antonio, la mamma Carmela e il fratello Marco.

Leggi anche:  Mario Tentori, l'ultimo saluto della sua Barzago

La grande vicinanza

E ancora: “Non posso dimenticare la vicinanza delle associazioni intervenute, le autorità civili,  l’assessore Anna Mazzoleni e il sindaco di Introbio Adriano Airoldi oltre ai medici, Rad, caposale, infermieri OO.SS. e tutto il personale dell’Ospedale Manzoni nel quale la mamma di Giovanni lavora.   Il pensiero dei famigliari di Charlie va anche agli amici e colleghi del Soccorso Alpino: “Il nostro abbraccio forte va in particolare ai familiari e parenti del compagno di mio figlio, Ezio; va anche a Giuseppe Rocchi, a Giovanni Orlandi e agli  amici di Charlie e ai compagni del Cerro Torre: Manuel Panzeri e Tommaso Lamantia. Il nostro grazie va esteso a tutti loro e a tutti coloro che hanno preso parte alla cerimonia e  che terranno sempre Charlie nel cuore”.

Una doppia pagina speciale sul Giornale di Lecco in edicola da 26 febbraio

LEGGI ANCHE

VALANGA IN GRIGNETTA: senza scampo Giarletta e Artusi del Soccorso Alpino

COSA E’ SUCCESSO: Valanga in Grignetta: «Il telefono squillava ma non hanno mai risposto»

TRAGEDIA ASSURDA: Giovanni Giarletta aveva da poco compiuto la grande impresa sul Cerro Torre

IL CORDOGLIO DEL SOCCORSO ALPINO: Il messaggio del Cnsas Lombardo e del presidente nazionale

L’ULTIMA INTERVISTA: Giarletta aveva raccontato la grande scalata in Patagonia

IL RICORDO DEGLI AMICI: Stasera il mondo della montagna tributerà un omaggio a Giovanni ed Ezio

ARTUSI: La Valle si è fermata per Ezio

IL FUNERALE DI GIARLETTA: L’inchino dell’elicottero del Soccorso Alpino per Charlie

IL RICORDO DI ROCCHI “La morte Charlie ed Ezio è stata una mazzata troppo grande”

L’ADDIO A GIARLETTA: “Charlie tu hai riconosciuto Dio non nelle parole, ma con l’amore per gli altri”