Ho sconfitto i bulli con le mie canzoni rap. Saverio Mango racconta di come la musica lo ha salvato dagli incubi.

Ho sconfitto i bulli rappando

«Sono stato vittima di bullismo e non me ne vergogno». Sono parole pronunciate a testa alta quelle di Saverio Mango, giovane rapper casatese, noto col nome d’arte Mango Haze. Un ragazzo che è riuscito a trasformare la sua triste esperienza in una forma d’arte. Appassionato  fin da piccolo al rap Saverio Mango, 17 anni, ha trovato proprio nella musica la forza e il coraggio di andare avanti e di raccontare la sua storia attraverso le sue canzoni.

Si è difeso a suon di… rime

«Avevo 14 anni e frequentavo la prima superiore quando iniziai ad essere vittima dei bulli –  ha raccontato Mango Haze – Si divertivano a deridermi perché allora ero molto magro e non ero in grado di difendermi. Io non sapevo come reagire se non a colpi di free-style e rime».

L’intervista completa sul Giornale di Merate in edicola dal 3 aprile Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store.