Aggiornamento 12.50

Cominciano a farsi più  chiari i contorni delle due maxi esplosioni che hanno provocato il panico in Lombardia. Pare che al centro  degli avvenimenti in cielo che hanno provocato il boom sonico ci sia un volo di Airfrance diretto nella capitale Francese. Improvvisamente l’aereo avrebbe compiuto una  manovra non prevista e non avrebbe più risposto alla radio. Da lì la reazione dell’Aeronautica Militare italiana che avrebbe fatto ha fatto partire due Eurofighter da Treviso.  Durante l’inseguimento i jet avrebbero accelerato fino a Mach 1 rompendo il muro del suono a bassa quota. A causare il mancato contatto con la torre di controllo probabilmente un problema tecnico. Il volo era partito dall’Isola di Reunion (dipartimento francese nell’Oceano Indiano) ed è atterrato alle 12.17 con un’ora di ritardo all’aeroporto parigino. Quel che è certo è che la vicenda ha provocato panico ovunque, anche nel lecchese.  A Merate è stato addirittura interrotto un funerale.

 

Allarme dirottamento

Ecco da Flight radar  la rotta dell’aereo, che tra la Vanoise e la Valle d’Aosta ha fatto uno strano anello. E’ stata proprio questa manovra, strana e non autorizzata, a far scattare l’allarme. Il velivolo, infatti, sembrava puntare il direzione Torino-Milano e immediatamente è scattata la procedura di sicurezza.

Aggiornamento 12

I due jet pare siano partiti da Treviso  per intercettare un velivolo entrato nella spazio italiano senza attivare il segnale di identificazione. Il velivolo intercettato, che dalla Turchia era diretto in Svizzera, pare non di fosse messo in contatto con la torre di controllo, forse per motivi tecnici. Da qui la prima segnalazione dalla base di Poggio Renatico a quella di Grosseto da dove sono decollati i due caccia intercettatori.

Una boato misterioso dalla Bassa a Bergamo.  Una fortissima  esplosione è stata avvertita nettamente in tutta la Bergamasca e anche oltre. Scene di panico e gente in strada in tutta la Provincia. Si tratterebbe di un doppio boom sonico causato da un aereo, forse due,  che hanno superato la barriera del suono.

Leggi anche:  Incidente mortale a Bagaggera perde la vita in moto da cross FOTO

Due forti esplosioni nel giro di pochi secondi

Le due forti esplosioni sono state udite poco dopo le 11 in tutta la Lombardia. Dalla provincia di Varese fino alla Bergamasca, passando dal Lecchese, la Brianza, il Monzese e il Milanese, tutti quanti hanno udito i due colpi a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro. Diverse le ipotesi che immediatamente si sono susseguite. Numerose le telefonate ai Carabinieri e ai Vigili del Fuoco in tutto il territorio. Al momento mancano ancora conferme ufficiali, ma quella più probabile è quella del boom sonico da parte di due aerei in cielo. Notizia che sembra plausibile, dal momento che diversi nostri lettori hanno segnalato di aver avvistato in cielo due caccia proprio al momento dell’esplosione.

Cos’è il boom sonico

Il boom sonico, chiamato anche bang supersonico, in italiano boato sonico, è il suono prodotto dal cono di Mach generato dalle onde d’urto create da un oggetto (ad esempio un aereo) che si muove, in un fluido, con velocità superiore alla velocità del suono. Esempi di boom sonico si hanno quando un aeroplano vola a velocità superiore a quella del suono in aria, o anche quando si fa schioccare una frusta. Il suono è in questo caso prodotto dall’estremità della frusta che supera la barriera del suono.