Ci risiamo libri incendiati all’Arci, minorenne nei guai. Sembra impossibile ma è successo di nuovo. I carabinieri di Merate, alle 5 di ieri mattina, hanno sorpreso un ragazzino mentre incendiava i libri del bookcrossing. Teatro dell’ennesimo increscioso atto vandalico è stato, ancora una volta, il circolo Arci La Loco di Osnago, situato nei pressi della stazione ferroviaria. Ad andare in fumo sono stati quindi, per l’ennesima volta, i volumi lasciati negli appositi espositori all’interno del circolo ricreativo. Ora il baby vandalo è stato deferito a piede liberi per danneggiamento aggravato alla Procura della Repubblica per i minorenni di Milano.

Libri incendiati

Ad essere sorpreso dopo aver appiccato il rogo è stato un minorenne di origine marocchina, residente nella provincia di Monza. Il giovanissimo era già stato denunciato per analoghi fatti che erano accaduti nel mese di dicembre 2017. Il giovane, che al momento del controllo era da solo e stava aspettando il primo treno utile per fare rientro alla propria abitazione, ha detto ai militari che voleva solo scaldarsi.

Scusa assurda e poco originale

Una giustificazione assurda e per altro poco originale. La stessa utilizzata a fine gennaio da altri due baby piromani, che avevano sempre preso di mira i libri dell’Arci. In quell’occasione ad essere denunciati erano stati due giovani di origini straniere, ma residenti a Lecco.

Leggi anche:  Si è spenta a 106 anni Adele Valassi, tra le più anziane a Lecco

I precedenti

Ma la lista dei danneggiamenti e degli incendi in stazione a Osnago è ancora più lunga. Come detto in più di una occasione i vandali sono entrati in azione proprio all’arci di Osnago dando alle fiamme i libri. A ottobre infatti i responsabili dell’Arci avevano denunciato un episodio analogo. “Bruciare i libri e quindi l’impegno di chi offre questo servizio alla cittadinanza è incivile e abbietto. Capiamo che a questi personaggi non interessi leggere a quanto pare,ma vi garantiamo che ancora a qualcuno (anche se può sembrare strano) piace farlo. Noi comunque non ci fermiamo, per ogni libro che bruciano,noi ne offriremo di nuovi!” E ancora, più recentemente si erano verificati vandalismi sempre nella stazione di Osnago.