Cade in bici e finisce nel fiume. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì, lungo l’alzaia di Paderno d’Adda. Sul posto per soccorrerlo un’autoambulanza e pure i Vigili del Fuoco.

Cade in bici e finisce nell’Adda

Protagonista della brutta caduta è stato un uomo di 40 anni che stava percorrendo l’alzaia in sella alla sua bicicletta. Per motivi non meglio chiariti il ciclista ha concluso la sua rovinosa caduta con un tuffo fuori stagione nelle fredde acque dell’Adda. Grande lo spavento per il 40enne ma anche per chi, transitando, lo ha visto annaspare nel fiume. E ha quindi chiamato i soccorsi. Il ciclista è stato tratto in salvo e soccorso dal personale paramedico della Croce Bianca di Merate, che gli ha assegnato un codice giallo, dunque di media gravità.

I soccorsi lanciati da un nonno

A lanciare i soccorsi, secondo una prima ricostruzione effettuata sul posto, sarebbe stato un nonno che era a spasso con i nipotini lungo il fiume. L’anziano, vedendo la bici a terra e un uomo nel fiume, ha subito temuto il peggio. Tanto che in un primo momento si era diffusa anche la voce di un tentativo di suicidio, ipotesi che in realtà ha presto lasciato spazio a quella dello sfortunato incidente. L’uomo, viste le fredde temperature dell’acqua del fiume, ha rischiato l’ipotermia. Provvidenziale è stata dunque la prontezza dell’anziano nel chiamare i soccorsi.

Leggi anche:  Ancora un giovane ucciso dalla meningite