I Carabinieri di Introbio hanno arrestato venerdì sera un pusher di Moggio.

Pusher di cocaina

In casa gli hanno trovato tredici dosi di sostanza stupefacente. Nel dettaglio sei grammi di cocaina e altri due di «roba» per tagliarla. Non mancava naturalmente il bilancino di precisione, utilizzato per il confenzionamento delle dosi. E’ così finito nei guai Giuseppe Vecchione, 40 anni e casa a Moggio. I carabinieri di Introbio lo hanno beccato nell’ambito di un servizio di osservazione e controllo dei luoghi frequentati da tossicodipendenti. Dopo aver fermato lo spacciatore, hanno proceduto alla perquisizione della sua abitazione.

L’arresto per detenzione e spaccio di stupefacente è avvenuto nella serata di venerdì. La convalida è avvenuta sabato mattina, nel corso del rito direttissimo dinnanzi al tribunale di Lecco. Il giudice ha condannato Vecchione a otto mesi di reclusione e mille euro di multa. La pena è però stata sospesa e sostituita con l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.