Un vero e proprio allarme quello dei baby vandali che  nelle ultime settimane  sono entrati in azione in diversi paesi mettendo a segno dei raid inquietanti. Danneggiamenti, libri bruciati e furti: l’elenco di “misfatti” è purtroppo lungo e preoccupante.

Domenica libri bruciati a Osnago

Domenica mattina i Carabinieri hanno sorpreso due ragazzini minorenni mentre brucuavano i libri del bookcrossing  messi a disposizione dal Circolo ARCI La Loco di Osnago, situato nei pressi della stazione ferroviaria. E non è neppure la prima volta che succede. I due minori, di origini straniere ma residenti a Lecco, si sono giustificati con le forze dell’ordine sostenendo che volevano solo scaldarsi in attesa del treno.

Paese devastato da ragazzini

Un raid assurdo quello messo a segno a Villa d’Adda.  I giovanissimi vandali hanno divelto cartelli stradali, danneggiato estintori, insozzato il parco pubblico della scuola primaria e il parcheggio vicino. Il tutto in una notte di delirio. Gli agenti della Polizia Locale che stanno indagando assicurano che i colpevoli, quasi certamente tutti minorenni,  non  resteranno impuntiti. Anzi le forze dell’ordine sono sulle loro tracce.

Leggi anche:  Esordio di Rossi in serie A con la sua Atalanta

Il sindaco

Il sindaco Gianfranco Biffi che sta indagando insieme alla polizia locale per individuare i responsabili ha annunciato: “Li teniamo sotto controllo. A breve installeremo 40 telecamere in tutto il paese”.

 

 

Tutti i particolari e le foto sul Giornale di Merate in edicola da martedì 23 gennaio.