Alcol e sicurezza: servizio straordinario dei Carabinieri sabato notte. Durante l’operazione i militari hanno denunciato  un barista per la mancanza dell’alcol test ne locale e un automobilista che guidava dopo aver decisamente alzato troppo il gomito.

Alcol e sicurezza: i controlli in città

Sabato notte infatti  Carabinieri della Compagnia di Lecco hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio nel centro di Lecco. Non solo ma anche  sulle principali arterie stradali. L’obiettivo? Svolgere una efficace azione preventiva e di contrasto all’abuso delle sostanze alcoliche. Gli uomini dell’Arma lecchese insieme  a quelli del N.A.S. di Brescia e al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Lecco, hanno controllato alcuni locali di ritrovo dei giovani lecchesi.

Denuncia e maxi multa per un barista

In particolare hanno  verificato  il rispetto di tutte le normative di settore. Nel corso dei controlli, il titolare di un bar – ristorante della zona centrale è stato denunciato a piede libero. Per cosa? I militari gli hanno contestato ” l’inosservanza delle modalità di effettuazione della valutazione rischi”.  Il barista ha ricevuto un maxi multa da 8000 euro per non  aver installato all’interno del locale la prevista apparecchiatura per la rilevazione del tasso alcolemico. L’alcol test infatti è da installare nei pubblici locali affinché possa essere usato dai clienti prima di mettersi al volante.

Leggi anche:  Ladri incappucciati sotto casa, sventato furto in pieno centro a Merate

No all’alcol ai minorenni

Inoltre i  Carabinieri hanno effettuato, con particolare attenzione, i controlli agli esercizi pubblici per prevenire l’eventuale vendita di bevande alcoliche ai minori di anni 18.

L’operazione sulle strade

Il servizio straordinario di controllo del territorio è poi proseguito sul lungo lago. I Carabinieri hanno infatti predisposto un posto di blocco all’ingresso di Lecco in modo da poter verificare il tasso alcolemico degli utenti della strada. In particolare, ciascun automobilista in transito è stato sottoposto al test preliminare. Viene eseguito attraverso un precursore,che indica l’eventuale positività all’abuso di alcol.

Automobilista alticcio

Nella nottata di sabato sono stati controllati una trentina di automobilisti e soltanto in un caso è stata riscontrata una positività al pre-test. Positività che quindi è stata poi verificata con l’etilometro. L’uomo,  un trentenne di Calolziocorte, è risultato positivo anche alla seconda analisi.  E’ stato quindi denunciato a piede libero per guida in stato di ebbrezza alcolica. Il sui tasso  alcolemico era  pari a 1,03 g/l, ovvero il doppio del consentito.