La Chiesa di Lorentino non è riuscita a contenere tutti gli amici e parenti che sono accorsi oggi per l’ultimo saluto ad Amarilli Corti. La comunità si è stretta ai familiari della giovane  travolta a Bergamo a Natale.

Bergamo travolta e uccisa in bici a 22 anni era originaria di Calolzio

22enne travolta e uccisa a Bergamo il dolore a Calolzio

Oggi a Calolzio il funerale della giovane travolta e uccisa a Bergamo

Funerale di Amarilli

Il primo pensiero è stato quello di Don Angelo Riva. “La gioia del bianco Natale è stata macchiata dal rosso della morte di Amarilli: sono tante le domande che ci sorgono nella mente, soprattutto quando la morte ci porta via una giovane con tanti progetti e speranze… la tristezza è tanta, ma dobbiamo essere capaci di affidarci e affidare amarilli al Dio bambino che stiamo celebrando in questi giorni”. Ad accogliere Amarilli in cielo ci sono nonna Rosa e nonno Emilio che l’hanno assistita in questo viaggio” ha ricordato don Flavio, durante l’omelia “Per Amarilli cerchiamo di stare sempre attenti alla guida, evitando che ricapitino tragedie come questa”.

Leggi anche:  Mamma vinta dalla malattia venerdì mattina il funerale

Il ricordo

Commosso anche il ricordo finale dei compagni della terza A: “Non ti dimenticheremo mai, grazie Ama”. Al termine la salma si è diretta verso il cimitero sotto una fitta pioggia, seguita da un lungo corteo di amici e parenti con in testa la mamma Rita, il papà Rudy e il fratello Emil.