Presentato il report relativo al 2017 della Polizia Locale di Lecco.

Quattro nuovi agenti

Meno incidenti stradali e meno multe, in generale, su tutto il territorio comunale, sempre più coperto dagli occhi attentissimi della videosorveglianza. Questo, in sintesi, il 2017 della Polizia Locale di Lecco, presentato nella conferenza stampa annuale. Che, quest’anno, è stata anche l’occasione per salutare Franco Morizio, comandante uscente del comando cittadino, sostituito da Paolo Borgotti, presente pure lui alla conferenza stampa. L’appuntamento è stata anche l’occasione per presentare quattro nuovi agenti che presteranno servizio in città. Sono Giorgio Dalla Caneva, Silvia Rota Stabelli, Rosario Costanzo e Mohammed El Barji, a memoria primo agente di polizia locale a Lecco d’origine straniera.

Soddisfatto il sindaco

«Dopo anni di richieste siamo riusciti finalmente ad assumere forze nuove», ha commentato in apertura il sindaco, Virginio Brivio. Soddisfatta anche il vicesindaco Francesca Bonacina: «Il problema della sicurezza è una questione che assume importanza non solo nella percezione dei cittadini, ma pure nelle azioni delle amministrazioni pubbliche. La scelta di implementare il corpo di polizia locale parla da sola, questo tema sta molto a cuore all’amministrazione. Le risorse umane è la prima e più importante risorsa».

Le telecamere di videosorveglianza

Franco Morizio, prima di procedere con la lettura dei dati, ha voluto ringraziare tutto il personale della Polizia Locale lecchese, oltre a prefettura, questura, procuratore, carabinieri e guardia di finanza. Tutti organi che hanno contribuito ad un anno ottimo per la Polizia Locale, che molto ha scommesso sulla videosorveglianza, tanto sulle strade (ben 54 le richieste di informazioni relative alla tracciabilità delle targhe) quanto in alcune zone critiche della città (Maggianico su tutte, ma anche Piazza Affari e via Ferriera). «Abbiamo recepito le necessità dei cittadini in merito alla lotta allo spaccio: a Maggianico abbiamo finito di istallare le telecamere ad aprile, e un mese dopo siamo arrivati all’arresto di 8 persone».

Leggi anche:  Ennesima intossicazione da alcol: 31enne in ospedale SIRENE DI NOTTE

Meno multe e meno incidenti

Punti positivi, poi, sono arrivati dalla riscossione delle sanzioni all’estero, più che raddoppiate nel 2017 (da 134mila a 60mila). Bene anche il numero di sinistri rilevati, calati dell’8,8% dal 2016 al 2017 (sono passati da 456 a 416). Sempre poderosi sono, poi, i numeri delle sanzioni comminate nel corso dell’anno: 31.898, anche questo valore in calo rispetto al 2016 (erano 35.938). Di questi, ben 20.391 sono multe per accesso abusivo a ztl, che rende alcune zone della città (piazza Lega Lombarda, via Volta e via Balicco su tutte) delle vere “galline dalle uova d’oro”. Supera il milione e mezzo, quindi, il totale delle sanzioni riscosse.

I saluti delle istituzioni a Morizio

Ad aprire i saluti finali a Morizio è stato Paolo Borgotti, colui cioè che lo sostituirà: «La professionalità di Morizio è indiscussa, e sarà dura sostituirlo», ha detto, per poi rivolgersi agli agenti presenti. «Nulla va lasciato all’improvvisazione, noi dobbiamo sapere che indossiamo una divisa che rappresenta un’amministrazione e uno Stato. La nostra gratificazione maggiore sarà nel vedere che siamo stati all’altezza delle necessità dei nostri cittadini». Dopo di lui hanno preso la parola anche il prefetto Liliana Baccari, il questore Filippo Guglielmino, il procuratore Antonio Chiappani, il Comandante provinciale dei Carabinieri Pasquale Del Gaudio e, infine, il comandante della Guardia di Finanza Massimo Dell’Anna.