Tangenziale Est, è il giorno dei sindaci. Quest’oggi, alle 13.30, un nutrito gruppo di primi cittadini dei territori lecchesi e monzesi si ritroveranno infatti alla barriera di Agrate per protestare contro i rincari di questo inizio di 2018. Come noto, infatti, il prezzo del casello di Agrate è stato portato a 2 euro dall’inizio di gennaio. Una decisione che ha scatenato anche le lamentele di centinaia di automobilisti.

Tangenziale Est è il giorno dei sindaci

A capeggiare la protesta sono i sindaci di Agrate Ezio Colombo e di Vimercate Francesco Sartini. Ampia l’adesione anche da parte dei primi cittadini del Meratese e del Casatese. Alla barriera ci saranno infatti rappresentanti dei Comuni di Merate e Casatenovo, ma anche di Airuno, Cernusco Lombardone, Imbersago, Lomagna, Osnago, Paderno d’Adda e Robbiate. Se infatti nel Vimercatese i rincari hanno già finito per portare un’ulteriore mole di traffico sulle strade secondarie, chi è maggiormente penalizzato dai 30 centesimi in più sono proprio gli automobilisti della Brianza lecchese. Che per recarsi a Milano vengono quotidianamente “rapinati”. Sia all’andata, che al ritorno, pagando complessivamente la bellezza di 4 euro.