Un paese intero con i calzini spaiati per celebrare la Giornata della Sindrome di Down. Succede a Missaglia, dove in tanti hanno raccolto l’appello dei genitori della dolcissima Stella.

Sindrome di Down, Missaglia risponde presente

Lo scorso anno avevano aderito in tanti. Quest’anno mezza Missaglia, di fatto, ha indossato per una giornata intera i calzini spaiati, simbolo della Giornata mondiale della sindrome di Down, che ricorrere ogni anno il 21 marzo.  Una spontanea manifestazione di affetto e amicizia verso Stella, bimba di due anni, figlia di Mary Burgio e Tiziano Capaccio, che già lo scorso anno avevano coinvolto i bambini dell’asilo Cioja, frequentato dalla secondogenita Sara, della suola elementare frequentata dalla primogenita Sofia e le piccole ginnaste dell’Asd Sport Gam. Quest’anno all’iniziativa ha partecipato anche la scuola dell’infanzia «Don Ferri» di Lomaniga, che Stella ha iniziato a frequentare proprio quest’anno.

La commozione di mamma Mary

«L’anno scorso era stato qualcosa di inaspettato, quest’anno mi sono emozionata ancora di più, non credevo fosse possibile – ha raccontato mamma Mary – Nel 2017 erano state infatti le amiche e compagne delle altre nostre due bambine a esprimere solidarietà a Stella, questa volta invece c’è proprio stata una manifestazione diretta». Per tutta la giornata di mercoledì 21 marzo, infatti, bambini e bambine hanno fatto sentire la loro vicinanza alla dolcissima Stella, bambina speciale dal sorriso e dall’entusiasmo contagiosi.

Leggi anche:  Frana Argegno Orsenigo chiede spiegazioni ad Anas sulle tempistiche

Asili, scuola e associazione sportiva

«All’asilo di Lomaniga hanno organizzato qualcosa di speciale, ringrazio la coordinatrice Manuela, l’educatrice Martina e le maestre Aloha, Francesca, Sara, Wilma e Monica, oltre ai genitori e ai nonni dei compagni di Stella che per un giorno ci hanno fatto sentire veramente speciali – ha continuato mamma Mary – Un grazie va anche all’asilo Cioja di Missaglia, alla coordinatrice Cecilia e alle maestre Margherita, Cristina, Laura, Giorgia e Roberta. Grazie anche ai compagni di Sofia della 3^A delle elementari di Missaglia e a tutto lo staff della Sport Gam: dalla presidente Sabrina alle insegnanti di ginnastica ritmica Chiara e Martina». Mezzo paese, insomma, con i calzini spaiati. Con un gioco di colori fatto di solidarietà, amicizia e tanta normalità. Che per un giorno hanno donato un sorriso speciale a una bambina, Stella, che speciale lo è veramente.