Sant’Ambrogio porta a Merate l’atmosfera del Natale. Oggi, giovedì 7 dicembre, la città celebra infatti il suo santo patrono. E come da tradizione, agli eventi religiosi e alle colorate bancarelle del centro, premierà con orgoglio i suoi cittadini benemeriti. Consegnando loro gli ambiti “Ambrogini d’oro”.

Sant’Ambrogio patrono di Merate

La Messa solenne in onore di Sant’Ambrogio verrà celebrata alle 10 in chiesa prepositurale. A presiedere la funzione, concelebrata dai preti nativi di Merate o che a Merate hanno svolto il loro ministero pastorale, sarà don Giuseppe Galbusera. Il sacerdote celebra quest’anno il quarantesimo anniversario di ordinazione. L’altra vera attrazione della festa, quella che da tempo immemore rappresenta una tradizione tutta meratese, sarà la fiera di Sant’Ambrogio che il 7 e l’8 dicembre inonderà il quadrilatero del centro di luci, profumi e sapori natalizi. Da sempre attesa dai meratesi, rappresenta per tutto il circondario un appuntamento imprescindibile del periodo natalizio, perché annuncia con le sue luci e l’atmosfera di festa il Natale ormai imminente. Nel cortile del collegio Manzoni non mancherà la tradizionale Osteria della Banda. Un vero e proprio must per chi vuole rifocillarsi con un bicchiere di vino o un piatto di polenta taragna.

La consegna degli Ambrogini d’oro

Alle 16 ci sarà invece, in auditorium in municipio, la consegna delle civiche benemerenze. Che verranno consegnate a quattro cittadini illustri. Ovvero Carlo Arlati, volontario della parrocchia; padre Nicola Mapelli, direttore del Museo Etnologico Vaticano; Antonio Mandelli, storico presidente dell’As Merate ed Ernico Sangiorgio, commerciante del centro che quest’anno ha festeggiato il 70° anniversario di fondazione dell’attività. Un encomio verrà invece assegnato alla memoria dell’avvocato Anna Bianchi, scomparsa di recente e pilastro portante dell’associazionismo cittadino. Fondatrice e prima presidente del Soroptimist Club, Anna Bianchi è stata anche tra i fondatori e la storica segretaria dell’associazione Faresalute onlus di Merate.

Leggi anche:  Pizza democratica, il Pd chiama a raccolta iscritti e simpatizzanti

Festa anche venerdì 8 dicembre

Venerdì 8 dicembre, infine, giorno dell’Immacolata, verrà inaugurata alle 12 a Sartirana l’edicola votiva di San Rocco situata in via Volta. Restaurata con il contributo di 13.500 mila euro donato al Comune dall’ex parroco don Adriano Ferrario (l’Amministrazione comunale ci ha messo il resto della cifra occorrente per finanziare il restauro arrivando alla cifra complessiva di 38.600 euro), la cappella è stata così salvata dal degrado in cui versava. Il taglio del nastro e la benedizione dell’edicola votiva si svolgerà al termine della messa che alle 11 verrà celebrata nella chiesa della frazione. Terminata la funzione, si raggiungerà a piedi l’edicola per la cerimonia inaugurale. Parallelamente, in centro, ci saranno le bancarelle anche per tutta la giornata di venerdì.