Rio Torto inquinato a valle del depuratore di Valmadrera. L’episodio è stato pubblicamente documentato ieri, martedì, da WWF Lecco.

Rio Torto inquinato alla foce

L’associazione ha diramato ieri un comunicato con tanto di foto del fenomeno riscontrato alla foce del torrente, a valle dell’impianto di depurazione gestito da Lario Reti Holding.

“Pulire le acque e restituirle alla natura” si legge sulla pagina web di Lario Reti Holding relativa al Ciclo Idrico Integrato. Forse nella mattinata di martedì qualcosa ha funzionato al contrario. Visto che le acque in entrata al depuratore di Valmadrera erano ‘normali’ (definirle ‘limpide’ sarebbe un po’ eccessivo…), mentre quelle a valle del depuratore, nella zona di via Rio Torto e via del Maglio, si presentavano evidentemente inquinate, più scure e con vaste aree schiumose in superficie.

Raccolta la preoccupata segnalazione di alcuni cittadini, la sezione lecchese del WWF Italia ha provveduto a documentare fotograficamente la situazione. E a contattare Lario Reti Holding, chiedendo al gestore dell’impianto di depurazione se a conoscenza delle cause del fenomeno. Vista anche la contestuale presenza di personale all’interno dell’area dell’impianto, e quali interventi siano eventualmente previsti al fine di evitare il ripetersi di fenomeni analoghi, a tutela dell’ambiente e della biodiversità.

Segnalazione anche in Comune e all’Ats

La segnalazione del  WWF rientra negli impegni statutari del sodalizio. Forte anche nel lecchese l’impegno nel campo della tutela dei fiumi e delle acque, con campagne di sensibilizzazione,  attività di educazione ambientale, ma anche denunce di abusi sul territorio.

Copia della segnalazione e della documentazione fotografica diramata ai giornali  è stata inviata per conoscenza anche al Comune di Valmadrera, alla Polizia Provinciale, all’ATS Brianza e all’Agenzia Regionale per l’Ambiente.