Il brindisi augurale di Confinsustria di mercoledì scorso aveva offerto al presidente degli Industriali di togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Il numero uno di Via Caprera infatti aveva indirizzato al Comune Lecco, qualche frecciata. “Siamo pronti a fare qualcosa per la città capoluogo” aveva dichiarato Lorenzo Riva pubblicamente. “Una delle poche che non ha saputo trarre business dalla presenza di un’università”  Ora, puntuale, arriva la replica al vetriolo di Brivio.

Replica al vetriolo di Brivio a Riva

“Mi spiace che lo spirito natalizio non sia arrivato in via Caprera, dove il brindisi di fine anno di Confindustria ha avuto un retrogusto amaro nonostante la positiva congiuntura economica” scrive oggi il primo cittadino nella sua nwesletter. “Sono sicuro che, visto che l’ha promesso di fronte a una schiera di eccellenti testimoni, il presidente degli Industriali il prossimo anno ci darà una grande mano a “rianimare” la nostra Città, morta e trascurata a tal punto da aver oscurato l’arrivo del Natale!”.

A Como gli indistriali investono…

“Eppure la sede di Confindustria non è così lontana dalle centrali vie e piazze addobbate in cui tanti lecchesi e non solo stanno trascorrendo questi giorni di festa” prosegue Brivio. “Proprio come succede a Como, presa ad esempio dal presidente, dove l’Amministrazione però non è lasciata sola, ma supportata da commercianti e industriali che da anni investono sugli eventi, non solo a Natale, con un’associazione dedicata. Ma in fondo stiamo promettendo la stessa cosa, più impegno per la nostra Città. E allora, la porta del Comune è sempre aperta per chi, in modo leale e costruttivo, intende collaborare per il bene dei lecchesi”.

Leggi anche:  Beach Litter volontari ripuliscono il lungolago

Il futuro di Lecco

Brivio conclude ironicamente ” Intanto, in attesa della bacchetta magica, mettiamo noi sotto l’albero qualche progetto concreto che ci aspetta nel 2018″