Clamoroso provvedimento disciplinare a carico del dottor Del Boca, direttore dell’Ostetricia dell’ospedale di Merate.

Del Boca sospeso per due mesi

A un mese di distanza dal duro “castigo” inflitto al coordinatore infermieristico del Pronto Soccorso Francesco Scorzelli, un altro pesante provvedimento disciplinare è stato emesso a carico del dottor Gregorio Del Boca, direttore del reparto di Ginecologia e Ostetricia. L’Ufficio provvedimenti disciplinari dell’Asst di Lecco ha infatti sospeso il primario del Mandic per aver usato in maniera impropria le sale operatorie.

L’istruttoria conclusa questa mattina

In buona sostanza al primario sarebbe stato contestato di aver sforato sistematicamente gli orari imposti per il funzionamento del blocco operatorio attingendo di conseguenza in maniera impropria alle risorse aziendali. A finire sotto inchiesta è stato inoltre anche il direttore sanitario Gedeone Baraldo, attualmente alla direzione del Manzoni di Lecco, ma all’epoca dei fatti contestati direttore del presidio cittadino. Per lui l’Ufficio Provvedimenti disciplinari ha disposto una sospensione di 15 giorni per aver verosimilmente avvallato la scorretta procedura.

La notizia rimbalzata di corsia in corsia

Mai nella storia recente del presidio cittadino si era ricorsi ad una misura tanto drastica e pesante nei confronti di una figura apicale, men che meno un primario. C’è di conseguenza da aspettarsi che il provvedimento inneschi una reazione a catena dalle conseguenze imprevedibili. Che si contesti o meno la filosofia su cui è impostata tutta l’attività del reparto (è uno dei presidi ospedalieri lombardi dove si riscontra un’elevata percentuale di parti cesarei), è un dato di fatto che l’Ostetricia del Mandic è stata negli anni tra i reparti più attrattivi dell’ospedale e tra quelli più performanti. La sospensione, che Del Boca potrà impugnare con un ricorso, ha intanto sollevato un polverone che è  dilagato di corsia in corsia.