Potenziato il depuratore a Premana. Le opere previste dal progetto sono necessarie per l’adeguamento e il potenziamento dell’esistente impianto  ai nuovi carichi, compresi quelli provenienti da Pagnona a seguito della dismissione prevista del depuratore qui presente, per una potenzialità complessiva di 3.100 abitanti equivalenti.

Depuratore a Premana

Tutte le opere verranno realizzate all’interno dell’attuale area d’impianto dove pervengono con una certa frequenza scarichi industriali a elevata acidità e caratterizzati da rilevanti concentrazioni dei residui della lavorazione dei metalli (Premana è sede di numerose realtà di produzione di coltelli e forbici).  Lario Reti Holding ha scelto di mantenere attivo l’esistente pre-trattamento chimico-fisico e di destinarlo a trattamento di emergenza in occasione degli eventi di ingressi anomali.

Il progetto

 

A questo scopo, è prevista l’installazione di un misuratore di pH e Redox in corrispondenza del pozzetto di ispezione fognaria posto appena a monte dell’ingresso all’impianto. Quando i reflui in arrivo non presentano valori anomali, il trattamento chimico-fisico verrà by-passato e i liquami verranno pre-trattati in un nuovo comparto. Tale comparto sarà costituito da una zona di grigliatura fine, composta da un dispositivo  a cestello rotante e una coclea, e un dissabbiatore longitudinale composto da una vasca di clama per la sedimentazione e due coclee.

Leggi anche:  Anaci Lecco incontra Lario Reti holding sui temi della gestione dell’acqua potabile

I risultati

Una volta pretrattati, i liquami verranno inviati direttamente al trattamento biologico; viceversa, quando si registreranno valori anomali (esempio pH eccessivamente basso), dopo i pretrattamenti, i reflui saranno inviati al trattamento chimico-fisico e solo successivamente al comparto biologico. Il piano di potenziamento prevede lavori su tutte le parti dell’impianto, dalla grigliatura grossolana al sollevamento, dal trattamento primario delle acque alla disinfezione delle stesse nonché ai trattamenti di disidratazione dei fanghi.

LEGGI ANCHE :