Nuovo ponte di Annone entro al fine del 2018. E’ questa la richiesta avanzata dai deputati dem Gian Mario Fragomeli e Veronica Tentori. Gli esponenti del Partito DemocRatico assicurano che “Il Ministero è pronto a collaborare”.

Il ponte di Annone e quello di Civate non possono più aspettare

«Piena disponibilità a collaborare da parte del nuovo Direttore Generale alla sicurezza delle infrastrutture del Ministero dei Trasporti. A lei abbiamo avanzato oggi, ufficialmente, le nostre richieste in merito alla tempistica per la ricostruzione del ponte di Annone e del sovrappasso di Isella-Civate». Fragomeli e Tentori si dicono soddisfatti per l’esito positivo del tavolo ministeriale. L’incontro si  s è svolto infatti nel pomeriggio di oggi.  “Un incontro di carattere essenzialmente tecnico” spiegano “La riunione serviva per spiegare di persona al nuovo Direttore le esigenze e le necessità del nostro territorio. Soprattutto nell’ambito del processo di ricostruzione dei due ponti».

Richiesta di date certe

“Da parte nostra questa è stata l’occasione per rimarcare la necessità di contenere il più possibile la tempistica dei due interventi” spiegano i due parlamentari dem  “Al contempoabbiamo chiesto  espressamente che la realizzazione del nuovo ponte di Annone sia conclusa entro il 31 dicembre 2018 e non oltre. Cioè  come previsto in origine ».

Leggi anche:  Dalla Regione 700mila euro nel Lecchese contro gli incendi boschivi

La situazione di Civate

“Per quanto riguarda poi il sovrappasso di Isella-Civate abbiamo chiesto formalmente al Ministero di effettuare tutte le verifiche del caso. Ciò soprattutto  per  evitare che si verifichino nuovi episodi di caduta di calcinacci prima dell’inizio dei lavori.  Abbiamo perciò chiesto di mettere in atto opportuni interventi di manutenzione sulla struttura del ponte».