E’ morto monsignor Achille Sana. In molti, dalla Bergamasca al Lecchese, passando per la Brianza, lo ricordano come un grande sacerdote. Viva nel ricordo di molti è la sua carica di rettore del Collegio di Celana, a Caprino Bergamasco.

Addio monsignor Achille Sana

Monsignor Achille Sana, nato a Barzana nel 1939, è morto nella tarda serata di venerdì a Casa Betania a Bergamo dopo una lunga malattia. Monsignor Sana era entrato in seminario in quinta elementare. Era ancora bambino infatti quando la sua famiglia si è spostata a Longuelo, nella valle di Astino, per coltivare un ampio terreno. Ordinato sacerdote il 23 maggio 1964, già l’anno successivo era stato nominato vicerettore del Seminario di Bergamo. Nell’estate del 1977 era poi stato chiamato a sostituire monsignor Paolo Carrara alla guida del Collegio vescovile Sant’Alessandro. E vi era rimasto come rettore fino al 2011. Svolgendo anche l’incarico di preside dal 1984 al 2009. Dopo 34 anni gli era stato affidato l’incarico di rettore del Collegio Convitto di Celana, che aveva cercato di rilanciare, ma – dice – il suo tentativo non è stato appoggiato. Don Sana aveva ricoperto incarichi nel mondo della scuola cattolica fino al livello nazionale. Come ogni buon uomo di chiesa era sempre rimasto umile e obbediente alla gerarchia, anche quando le scelte dall’alto potevano sembrare poco comprensibili. Un sacerdote che ha saputo lasciare il segno. Rimasto nel cuore di moltissimi ex studenti.