Polveri sottili ancora decisamente basse in provincia di Lecco.

Polveri sottili

Situazione ottima a Lecco. Buona anche a Valmadrera e Merate anche se in Brianza si registra un aumento del livello di Pm10. Rimangono comunque sotto la soglia.

Il meteo oggi

 

Stato del cielo: in pianura possibile formazione di nebbie e nubi basse nella notte e in serata, sereno o al più lievemente velato nel resto della giornata; sui settori di montagna sereno o al più transito di occasionali velature, in intensificazione in serata.

Precipitazioni: assenti o al più debole nevischio nella seconda parte della giornata su Alta Valtellina.

Temperature: minime e massime in lieve calo. In pianura minime attorno a 0°C, massime a circa 11°C.

Zero termico: circa a 1500 metri nella notte, in graduale risalita fino a 1900 metri in serata.

Venti: in pianura deboli prevalentemente occidentali, in montagna deboli da nord salvo possibili locali rinforzi sulle creste alpine di confine.

Previsioni per domani

Stato del cielo: tra notte e mattino nebbie e nubi basse in pianura, in dissolvimento fino a poco nuvoloso nelle ore centrali della giornata; sui settori alpini e prealpini da poco a irregolarmente nuvoloso, salvo nuvolosità più compatta sui rilievi orientali.

Precipitazioni: assenti.

Temperature: minime e massime in lieve rialzo.

Zero termico: circa a 2300 metri, in rialzo in serata a 2600 metri.

Venti: in pianura deboli, localmente moderati occidentali, in montagna deboli da nord.

La situazione in Italia

“Si apre una nuova fase meteorologicamente stabile, in prevalenza secca e relativamente mite per il periodo con la rimonta dell’alta pressione”. lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara. “Almeno fino a venerdì sole prevalente, fatta eccezione per maggiore nuvolosità in arrivo su Valpadana, Liguria e regioni tirreniche, specie da mercoledì, ma con precipitazioni al più molto deboli e sporadiche. Da segnalare inoltre locali nebbie o foschie sulle pianure del Nord e sulle vallate del Centro nottetempo e al mattino. Il tempo torna così ad ‘addormentarsi’ e notiamo ancora una volta come le fasi piovose e fredde siano sempre più saltuarie sulla nostra Penisola, vivendo una sorta di autunno ‘a strappi’ in un contesto spesso prevalentemente anticiclonico (salvo rare eccezioni).”

Leggi anche:  Fatevi un selfie per Natale in omaggio due abbonamenti

Le temperature

“Le temperature saranno inevitabilmente in aumento, soprattutto per quanto riguarda le massime” prosegue l’esperto. “Si tornerà così sopra la media in particolare in montagna, con valori anche di 12-13°C a 1500-1600m sulle Alpi dove lo zero termico potrà andare oltre i 2800-3000m di quota. In pianura massime mediamente comprese tra gli 11°C e 15°C al Nord, 14 e 18°C al Centrosud, anche superiori sulle Isole Maggiori. Minime ancora basse fino martedì mattina, con possibili locali e deboli gelate fin verso le pianure interne del Centronord, ma da mercoledì anch’esse saranno in aumento”.

Possibili cambiamenti nel fine settimana

“La stasi anticiclonica potrebbe durare fino al prossimo weekend, quando è atteso un possibile cambiamento per il passaggio di una perturbazione. Ad oggi le aree più interessate potrebbero essere quelle del Nord e in misura minore il Centro, ma data la distanza temporale serviranno ulteriori conferme, anche in vista di possibili novità a fine mese” concludono gli esperti .