Interrogazione al Ministero della Giustizia per il caso Preteroti e per la situazione della Procura della Repubblica di Lecco.

L’onorevole Vaccaro depositerà un’interrogazione al Ministero

Nuova interrogazione al Ministero della Giustizia per il caso del pm Nicola Preteroti (titolare dell’inchiesta sul crollo del ponte di Annone) spostato a Bergamo e sula situazione della Procura lecchese. A depositarla sarà l’onorevole Guglielmo Vaccaro di Energie PER l’Italia su sollecitazione di Daniele Nava e Mauro Piazza, esponenti lecchesi del movimento di Stefano Parisi. Nava e Piazza sono preoccupati per l’indagine relativa al crollo del ponte di Annone Brianza avvenuta a fine ottobre 2016 il cui titolare del fascicolo è proprio Nicola Preteroti.

Vaccaro chiederà il perché del trasferimento

Vaccaro chiederà al Ministro “quali sono i motivi che hanno spinto gli uffici del Ministero a rigettare la domanda presentata dal Procuratore Capo di Lecco per posticipare il trasferimento di Preteroti (che cesserà il servizio il 30 novembre)”. Inoltre chiederà “lumi sui motivi che hanno spinto gli uffici del Ministero a rigettare la richiesta di aumento organico presentata dal Consiglio Superiore della Magistratura”. Infatti il procuratore capo aveva  aveva chiesto l’aumento di un’unità per portare l’organico lecchese a cinque Sostituti. Infine domanderà “quali provvedimenti urgenti il Ministro intenda adottare al fine di permettere alla Procura di Lecco di non entrare in regime di emergenza amministrativa e poter così svolgere la propria normale attività”.

Leggi anche:  Al Lavello si parla di volontariato con “Lezioni di campo”

Organico ridotto all’osso

L’organico della Procura è di Lecco è composto da un capo, quattro sostituti e quattro vice procuratori onorari. Il personale amministrativo in servizio (segreterie dei magistrati e uffici per il pubblico) è di 19 unità. Il Procuratore Capo di Lecco Antonio Chiappani, previo assenso dell’interessato, aveva richiesto al Ministero di Giustizia la possibilità di prorogare il trasferimento di Preteroti. Infatti  le indagini in corso affidate al sostituto riguardano tragedie sulle quali è opportuno appurare il prima possibile i fatti e le responsabilità connesse. Ma in risposta è arrivato un no. Il danno che va ad aggiungersi alla beffa dei tre milioni di euro,  sui lavori fatti dal Comune di Lecco in Tribunale, che Palazzo Bovara ha scontato al Ministro Orlando.

Anche il senatore Arrigoni ha presentato un’interrogazione

Anche il senatore Paolo Arrigoni (Lega Nord) ha presentato un’interrogazione parlamentare sulla vicenda.

http://giornaledilecco.it/attualita/7021/