Stasera, venerdì 9 marzo alle 21 arriva a Lecco il  film su migranti, Libia e diritti umani.  Stiamo parlando de “L’ordine delle cose”, il film del regista Andrea Segre (Io sono Li, Mare chiuso, La prima neve, tra gli altri), presentato in anteprima alla 74esima Mostra del cinema di Venezia. Mediterraneo, migrazioni, e Fortezza Europa accompagnano una domanda di fondo: “Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto umano di aiutare qualcuno in difficoltà?”.

Il film su migranti

Alla proiezione e al dibattito organizzati  dall’associazione Qui Lecco Libera presso la Sala Ticozzi di via Ongania 4 a Lecco prenderà parte anche Dagmawi Ymer, assistente alla regia de “L’ordine delle cose” nonché protagonista e coautore del documentario di Segre “Come un uomo sulla terra” (2008).

La trama

“Corrado è un alto funzionario del ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo italiano lo sceglie per affrontare una delle spine nel fianco delle frontiere europee: i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia”. Poi, però, infrange una regola e l’ordine delle cose entra in crisi.