Forte come un pugno nello stomaco. Una posizione decisamente destinata a far discutere quella assunta  dal parroco residente alla Valletta, nel Meratese, don Giorgio de Capitani contro Salvini. Ieri infatti, durante la trasmissione di Radio 24  La Zanzara, condotta da Giuseppe Cruciani con la collaborazione di David Parenzo, è stato mandato in onda un audio decisamente dai toni violenti, del sacerdote.

LEGGI ANCHE

Don Giorgio attacca Salvini e i leghisti: le reazioni

Don Giorgio sfida Matteo Salvini: presentati in Tribunale

Don Giorgio de Capitani contro Salvini

“Buttiamo fuori i leghisti dalle chiese, dai consigli pastorali, dagli oratori”. Questa forse la frase meno cruenta detta dal sacerdote. Sì perchè don Giorgio, non nuovo a posizioni apertamente ostili alla Lega e all’attuale ministro dell’Interno, si è spinto decisamente oltre. Lo spunto non poteva che essere la decisione di Matteo Salvini di chiudere i porti italiani impedendo l’attracco della nave Aquarius carica di Migranti. Anche un altro religioso lecchese, monsignor Gianfranco Ravasi, aveva criticato il provvedimento, ma con ben altri modi e altri toni. Don Giorgio invece, nell’audio mandato in onda da La Zanzara, le ha sparate davvero grosse.

Leggi anche:  Rispedito a casa agli esami di terza media perchè aveva i pantaloncini

“Scateniamo la guerra civile”

“Salvini si dice cristiano, ma è un blasfemo. Bisogna scatenare una guerra civile, bisogna mandare via i barbari dall’Italia, i razzisti. Fuori. Che vadano dove vogliono andare. Ma non in Italia. Una nazione che è sempre stata civile. Oggi abbiamo la disumanità, il Male. Certo tutti diciamo che esiste solo una razza, la razza umana. Tranne alcuni che non appartengono a questa razza umana. che sono i leghisti, che sono barbari. Salvini in primis”. Parole dalle quali hanno preso le distanze i conduttori della trasmissione. Parenzo ad esempio non ha esitato a definire don Giorgio un pazzo.

Attacchi ripetuti

Come detto l’audio di ieri è solo la punta dell’iceberg. Basta scorrere il sito del sacerdote per vedere i diversi editoriali contro il Carroccio e i suoi esponenti. Attacchi che qualcuno ha definito decisamente poco… cristiani.