Don Giorgio attacca Salvini e  i leghisti: non si sono fatte attendere le reazioni dopo le dichiarazioni choc del sacerdote che vive alla Valletta (celebra messa a Dolzago) che sono state mandate in onda ieri dalla trasmissione Radiofonica La Zanzara.

Don Giorgio attacca Salvini

Come ricordato non è la prima volta che i sacerdote attacca duramente l’attuale Ministro dell’interno tanto che quest’ultimo ha già sporto querela nei suoi confronti e la causa è tutt’ora pendente in Tribunale a Lecco.

Le reazioni in rete

Questi sono solo alcuni dei post apparsi in rete a commento dell’articolo con le dichiarazioni choc del sacerdote

” Sarebbe meglio buttare fuori i pedofili dalle chiese ”

“Ma perchè non li ospitano loro,nelle loro ville di vacanza che hanno sparse x tutta Italia.e poi gli trovano anche un lavoro .cosi saremo tutti felici e contenti”

“I preti devono fare i preti e non immischiarsi con la politica… Se vogliono risolvere la questione, possono iniziare col vendere tutti i beni della curia e vivere in povertà, e poi risolvere il fatto pedofili che sono noti, non un caso isolato..”

“Se dovessero “buttare fuori ” i leghisti dalla chiesa, questi parroci morirebbero di Fame. molti leghisti sono più cristiani di lui”

“Come mai non dite mai buttiamo fuori i mafiosi dalle chiese?”

Don Giorgio de Capitani! ” il miglior tacer non fu mai scritto”! Quale migliore occasione avrebbe Lei come uomo qualunque non come sacerdote di tenersi dichiarazioni del genere per Lei stesso e non rompere le scatole a chi sta facendo il suo dovere? Lei faccia il suo e pensi alla cura delle anime! E se ne ha ….pensi anche alla Sua!

Giovanni Pasquini

Anche Giovanni Pasquini della Lega di Oggiono è intervenuto con un post su Facebok. “Buttiamo fuori i centri sociali da Santa Madre Chiesa, a partire dal massone che occupa abusivamente pro tempore il soglio di Pietro”.

Leggi anche:  Il Governatore Fontana ai pendolari: "Mi vergogno ma vi chiedo ancora un po' di pazienza"

Dante de Capitani

“Sono stato attaccato ben tre volte da questo sacerdote” spiega i borgomastro pescatese Dante de Capitani “E per ben tre volte mi sono trattenuto. Non ho sporto nessuna querela perchè mia madre mi ha insegnato che gli uomini di chiesa si rispettano. Io sono cattolico e provengo da una famiglia cattolica quindi non mi spingo oltre”. In merito alla presa di posizione del Ministro dell’interno Salvini sulla nave Aquarius invece De Capitani è un libro aperto. “Ha fatto benissimo, io sto con lui. E’ stato attaccato in maniera incredibile, ma lui ha la forza e la determinazione che mancano ai politici di oggi e quindi saprà andare avanti. Io personalmente lo appoggio in toto”.

Livio Ghidelli

A dir poco scandalizzato è l’ex capogruppo in Consiglio a Viganò ed ex segretario cittadino della Lega Livio Ghidelli. “E’ assurdo che questa persona, perchè mi rifiuto di chiamarlo don, possa dire certe cose. Ho più volte segnalato il suo comportamento assurdo e violento al vicario Episcopale monsignor Rolla. Questo sacerdote usa l’abito talare per farsi pubblicità. Andrebbe scomunicato. Io addirittura mi sono dimesso da capogruppo e da consigliere quando il mio Comune lo ha invitato a tenere una conferenza a Viganò, L’ho criticato in rete e per tutta risposta mi ha cancellato in Facebook. Ribadisco, è incredibile che un uomo che veste gli abiti da prete si comporti in questa maniera”.