Ritorno con Bergamo: tra poche ore la legge

Sempre più vicino il ritorno con Bergamo

Mancano ormai poche ore per il ritorno di Torre de’ Busi nella provincia di Bergamo. È infatti fissata per domani mattina, venerdì 22 dicembre, alle 9.10 la discussione in sede legislativa della proposta di legge avanzata a fine maggio dal senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni. Oggi la Camera dei deputati ha dato il via libera all’assegnazione in sede legislativa della proposta di legge. Sul punto si era già espressa in maniera positiva la prima commissione affari costituzionali di Montecitorio. Un passaggio, quello odierno, fondamentale per snellire la procedura legislativa arrivando all’approvazione del testo di legge senza dover passare dal doppio voto di Camera e Senato.

La proposta di legge

La proposta prevede l’aggregazione del comune di Torre de’ Busi alla provincia di Bergamo modificando il decreto lesgislativo del 1992 con cui il Comune ora amministrato dal sindaco Eleonora Ninkovic era passato dalla provincia orobica nella nascente provincia di Lecco. Una decisione da sempre mal digerita dalla popolazione che si era anche espressa per il ritorno con Bergamo in un referendum solo consultivo. Lo scorso anno, in occasione dei primi ragionamenti in merito all’accorpamento delle province in macro aree, il sindaco Ninkovic aveva iniziato a tessere la rete per tornare a volgere lo sguardo ad Est. Oltre al senatore Arrigoni si era mosso anche il  deputato Giovanni Sanga presentando un disegno di legge  simile. La discussione era stata portata avanti più velocemente dal Senato tanto che poi oggi è  in discussione la proposta targata Arrigoni. Domani quindi il sogno di Torre de’ Busi diventerà, salvo imprevisti, realtà.

Leggi anche:  Consueto successo al Salottone di San Giovanni FOTO

Raggiante il sindaco Ninkovic

“Sono molto contenta. Ho già sentito il presidente Matteo Rossi per organizzare il passaggio di tutti i servizi con Bergamo ” le parole di una raggiante Ninkovic. Che , questo pomeriggio, ha ricevuto la notizia del passaggio in sede legislativa della proposta di legge mentre era a una riunione di Hidrogest. Si tratta della partecipata che si occupa del gestione del’acqua per i Comuni dell’isola bergamasca.