Chirurghi e infermieri col vizio della sigaretta, al Manzoni una “sala fumo” in reparto

Una “sala fumo” in reparto

All’ospedale Manzonidi Lecco sarebbero stati stanziati quasi 20mila euro per trasformare in «saletta fumatori» un locale interno al blocco operatorio al primo piano interrato. La decisione, assunta dai vertici dell’Asst Lecco, è «trapelata» in vista dell’avvio dei lavori di adeguamento dello spazio. Inevitabili le polemiche. al Manzoni di Lecco sarebbero stati stanziati quasi 20mila euro per trasformare in «saletta fumatori» un locale interno al blocco operatorio al primo piano interrato. La decisione, assunta dai vertici dell’Asst Lecco, è «trapelata» in vista dell’avvio dei lavori di adeguamento dello spazio. Inevitabili le polemiche.

La rabbia

«Non abbiamo denaro per comprare 13 lettini in Pronto soccorso, ma 20.000 per far fumare i chirurghi tra un intervento e l’altro sì» il commento tagliente raccolto dal Giornale di Lecco sentendo chi tra gli operatori del presidio ospedaliero è più che scandalizzato dall’iniziativa.

Leggi anche:  Giovani di Confindustria in visita alla mostra di Sora

La direzione

Al momento la direzione dell’Asst di Lecco  si astiene da ogni smentita/ammissione/commento ufficiale. «Valuteremo eventuali risposte lunedì, d’accordo con la direzione» fa sapere, interpellato, l’Ufficio relazioni esterne.

 

Tutti i particolari e le fotografie sul Giornale di Lecco in edicola da domani, lunedì 11 giugno