L’autista licenziato per aver pronunciato una frase razzista nei confronti del papà di un ragazzo sprovvisto dell’abbonamento, è stato ospite della trasmissione La Zanzara di Radio 24. Il conduttore Giuseppe Cruciani ha infatti portato ulteriormente alla ribalta nazionale una vicenda che sta facendo molto discutere nel territorio e che ha visto il 56enne di Barzago Fabio Uccelli perdere il lavoro.

Autista licenziato a La Zanzara

Uccelli ha ricostruito la vicenda, precisando di aver fatto presente “con molta educazione al ragazzo” la non validità dell’abbonamento, invitandolo a regolarizzare la sua posizione comprando un biglietto. L’autista 56enne di Barzago ha aggiunto inoltre che il ragazzo era solito “mantenere questo comportamento”, ovvero salire sul bus senza biglietto, affermando inoltre che “lo avevano riscontrato anche altri colleghi”. Uccelli, incalzato da Cruciani, ha inoltre affermato che “lui e i suoi compagni mi hanno cominciato a insultare, mi hanno dato del coglione ripetutamente e anche quando sono scesi hanno continuato a insultarmi”.

La famiglia del ragazzo lo vuole incontrare

Una versione dei fatti che fa discutere e che comunque non ha convinto l’azienda dei trasporti, che in virtù del video che lo immortala mentre afferma una frase razzista al papà del ragazzo, ha licenziato il 56enne autista di Barzago parlando di “comportamento inadeguato per ruolo e responsabilità”. La famiglia del ragazzo, come riporta quest’oggi il Giornale di Merate, si è detta dispiaciuta di quanto accaduto e ha affermato di voler incontrare uccelli.

Leggi anche:  Record di presenze al torneo di Burraco di Faresalute

Ecco la registrazione dell’intera puntata de La Zanzara di ieri sera: l’intervento di Fabio Uccelli inizia dal minuto 46.30 in avanti

Sul Giornale di Merate in edicola da oggi, martedì 15 maggio, e per tutta la settimana, l’ampio servizio sulla vicenda dell’autista licenziato con testimonianze e particolari esclusivi