19Sabato 16 dicembre gli Alpini carvichesi hanno rinnovato, insieme agli amici, la tessera di appartenenza al gruppo. Il giorno dopo, invece, hanno pranzato insieme per ricordare i costruttori della sede e chi è andato avanti.

Gli Alpini carvichesi rinnovano il “bulìn”

Sabato sera gli Alpini carvichesi e gli amici del gruppo si sono dati appuntamento in sede per rinnovare il “bulìn”, ovvero la tessera.

In quest’occasione i presenti hanno osservato un minuto di silenzio per gli Alpini che sono “andati avanti” nel 2017. Di seguito è stata svolta un’assemblea in cui il tesoriere Domenico Regazzi ha annunciato che il bilancio di quest’anno si è concluso in positivo. Brembilla ha invece ricordato le moltissime attività che hanno impegnato il gruppo nel corso del 2017 (dalla festa di quest’estate per l’85esimo anniversario al recente pranzo benefico in oratorio), ringraziando tutti i partecipanti.

L’incontro si è concluso con un momento di convivialità, in cui i presenti si sono rallegrati con brindisi, panettone e canti alpini.

Il pranzo in sede

Domenica 17 dicembre si è tenuto in sede un pranzo per tutto il gruppo delle Penne Nere carvichesi. In quest’occasione Brembilla ha reso onore ai 26 Alpini e amici andati avanti negli anni compresi tra l’inizio della realizzazione della sede (1995) e il 2017. Tra loro, egli ha ricordato in particolare Marisa Regazzi, che durante i lavori di costruzione si è sempre preoccupata di dare cibo e bevande ai volontari.

Leggi anche:  In regalo con il Giornale di Lecco lo Speciale Agrinatura

Brembilla ha poi dato i numeri attuali: ora il gruppo conta 40 persone.

La sede

I lavori della sede, situata nel parco Serraglio, sono cominciati il 18 febbraio 1995. Allora era capogruppo Gustavo Turani, che, però, morì in quello stesso anno e di tutta l’opera vide pronta soltanto la cantina. Egli fu succeduto da suo figlio Lanfranco, che attualmente è vicepresidente, o meglio presidente onorario. Quest’ultimo seguì i lavori insieme al geometra Gianfranco Ravasio finché la sede, nel marzo 1998, non fu pronta.

Un mese dopo, ad aprile, cominciarono i lavori per la realizzazione del magazzino della Protezione Civile Ana, deposito di tutte le attrezzature necessarie per i vari interventi. Esso fu pronto nel marzo 1999.

Durante il pranzo di domenica, Brembilla ha annunciato ai suoi Alpini che “il 20 maggio 2018 si festeggerà il 20esimo anno di costruzione della sede. Il consiglio direttivo del gruppo Alpini di Carvico della sezione di Bergamo ha deliberato che in quell’occasione verrà costruita una santella in onore di tutti i costruttori della sede, sia quelli andati avanti che quelli che sono ancora vivi”.