Il 2018 sarà l’anno del 45esimo per l’Aido di Olginate

74 olginatesi hanno donato gli organi

Il 2018 è l’anno del 45 esimo per l’Aido di Olginate. Dice il presidente Antonio Sartor: “Tanto lavoro è stato fatto, in questi lunghi anni ben 74 concittadini hanno donato i loro organi e  tante persone sono tornate alla vita grazie a un semplice gesto d’amore!”. Il gruppo è vitale, ma sempre aperto all’aiuto di nuove leve. “Colgo l’occasione per invitare le nuove leve a prendere parte all’assemblea che si svolgerà il 22 febbraio. Il nostro intento è quello di  divulgare la cultura della donazione e programmare un degno festeggiamento per l’importante traguardo! Alla fine stapperemo una bottiglia di vino e succo di frutta, per brindare all’Aido”.

La serata si svolgerà alle 21 presso le sale Auser

L’assemblea si terrà 22 febbraio 2018 alle ore 21,00 presso le sale dell’Auser di Olginate in Piazza Roma,  sotto la  sede Aido. “Abbiamo trascorso un anno intenso, il ricordo e l’entusiasmo che ci hanno lasciato gli sportivi della squadra dei trapiantati e dializzati Aned sono ancora vivi. Come è sempre viva la riconoscenza verso chi ha deciso di donare: nel 2017: Adriano Baracchetti di Valgreghentino, Angelo Mapelli e Annibale (o meglio Carletto) Mappelli, entrambi in età avanzata, una vita di lavoro per le loro famiglie, famiglie che hanno saputo dire sìalla donazione delle cornee”.

Leggi anche:  Incidente auto moto a Olginate coinvolto un diciottenne

L’età per donare

Nel sito internet del Ministero della salute, dedicato ai prelievi degli organi si può leggere fino a quale età si possono donare organi e tessuti. “Non esistono precisi limiti di età – precisa Sartor – In particolare le cornee e il fegato possono essere prelevati da donatori di età anche superiore a 80 anni. I nostri donatori testimoniano con i fatti quanto sia vera quella risposta”.

Gli iscritti al gruppo

Gli iscritti al gruppo Aido di Olginate  sono 991. “Invitiamo tutti ad iscriversi all’Aido o a dare il proprio consenso al prelievo degli organi in occasione del rinnovo della Carta d’identità. Ancora tanti concittadini dicono di No, anche se sono di più quelli che rispondono affermativamente”.