Verranno celebrati domani, mercoledì,  a Lierna i funerali di Angelo Vanzin, medaglia olimpica di canottaggio.

Addio al campione Vanzin

Vanzin ha portato il nome di Lecco nel mondo. Una carriera incredibile la sua.

Appartenente al G.S. Moto Guzzi di Mandello del Lario comincia a gareggiare come canottiere nel 1951 e diventerà diverse volte campione italiano col quattro senza, col quattro con e coll’otto.

Nel 1956 agli Europei di Bled viene presentato un nuovo equipaggio, sempre formato da canottieri del G.S. Moto Guzzi: estremi sono Franco Trincavelli e Romano Sgheiz, al centro Alberto Winkler e Angelo Vanzin, il timoniere è Ivo Stefanoni. Vincono il bronzo.

Le olimpiadi

Il 27 novembre 1956 ai Giochi Olimpici di Melbourne lo stesso equipaggio conquista l’oro olimpico, davanti a Svezia e Finlandia.

Nel 1957 a Duisburg vince i campionati europei coll’otto.