Addio al parroco don Luigi Viganò. Triuggio in lutto per la scomparsa del sacerdote nativo della frazione di Tregasio. I funerali saranno celebrati lunedì alle 14.30 a Tregasio.

E’ stato parroco per 21 anni a Perego

Nato il 15 luglio 1939, don Luigi è stato ordinato sacerdote il 28 giugno 1966. Ha iniziato la sua professione religiosa come vicario parrocchiale a Cairate (in provincia di Varese). Nel 1969 è stato destinato sempre come vicario parrocchiale prima a Figino Serenza poi nel 1975 a Ceriano Laghetto. Nel 1986 è stato nominato parroco della comunità di San Giovanni Evangelista a Perego (oggi La Valletta Brianza) dove è rimasto fino al 2007. Negli ultimi anni si era trasferito a Tregasio, suo paese natale, a casa dei famigliari.

La famiglia del sacerdote

Don Luigi lascia le sorelle suor ClarenziaSantinaAnna Maria col cognato Elio, gli affezionati nipoti Maria ChiaraDaniele e la piccola Anna Perla. La salma è composta presso la “Rotonda” di Tregasio in attesa dei funerali che saranno celebrati lunedì 12 febbraio, alle 14.30, nella chiesa parrocchiale dei santi Gervaso e Protaso. Preceduti alle 14 dalla recita del Rosario, cui seguirà la tumulazione nella Cappella dei sacerdoti nel cimitero locale. La famiglia invita a ricordare don Luigi non con fiori ma con offerte destinate alle opere della parrocchia. E ringrazia tutti coloro che hanno collaborato con don Luigi nella sua vita pastorale.

Leggi anche:  Igilda di Brivio, chiude la pagina Fb e si celebra il suo funerale

L’impegno a Perego

Don Luigi aveva raccolto l’eredità pastorale di don Giovanni Premoli, storico parroco. Nel corso del ventennio trascorso a Perego, oltre a insegnare la parola di Dio a un paio di generazioni di pereghini, ha portato avanti svariate opere in parrocchia. Con l’aiuto di tanti volontari è stata ristrutturata l’antica chiesa di via Cesare Cantù, sconsacrata e diventata un’accogliente e suggestiva sala polifunzionale. Sempre grazie anche a volontari, la parrocchia ha ristrutturato il chiostro del cosiddetto “palazzo”. Un vero e proprio gioiello architettonico risalente al 1400. In questa suggestiva cornice si sono svolte diverse manifestazioni culturali.

Ha curato la manutenzione della chiesa

Don Luigi ha poi curato la manutenzione della chiesa parrocchiale e dell’oratorio, dove hanno trascorso le domeniche centinaia di ragazzi. Una volta lasciati gli impegni parrocchiali è tornato nella sua Tregasio dove si è dedicato ai suoi amati studi. Il sacerdote è stato infatti un competente e apprezzato latinista. Spesso si recava a celebrare la Messa nella vicina casa di riposo di Brugora. Nel 2016 ha ricordato il 50esimo di sacerdozio.