“Non una grande Lecco ma una Lecco grande”. Il claim del partito che vuole rilanciarsi in città è già pronto. La Forza Italia trainata da Mauro Piazza ha annunciato propositi e linea d’azione da qui al 2020, anno in agenda per le elezioni comunali. Questo pomeriggio, alla conferenza stampa convocata nella sede di “Libertà protagonista” – nel centro Il giardino di via Cavour – accanto alle figure istituzionali dello stesso consigliere regionale Piazza e del consigliere comunale Antonio Tallarita, sedevano Virginia Tentori e Pietro Galli.

Una Lecco già grande

E’ alla prima, architetto, azzurra della prima ora, da due anni fuori dall’arena politica, che si deve il claim. “Lecco é una città appannata che ha voglia di rinascere” l’asserto iniziale.

“Due anni fa ho creduto nel progetto politico di una Lecco che sarebbe stata grande nella misura in cui fosse stata Lecco, capace di aggregare servizi indipendentemente dai suoi confini fisici. Obiettivo fallito. La città ha abdicato al proprio ruolo”. L’elenco dei flop è un rosario sgranato. La vocazione turistica, lasciata all’altra sponda del Lario. La multisala cinematografica, il porto, il teatro sociale, il Bione…

Bione: “Emblema della cattiva gestione della città”

Affatto tenero sulla situazione del Bione Tallarita. “Di tante parole spese sono rimaste solo parole” dice presidente del Basket Lecco. “Da quattro anni attualmente ai play off per i campionati nazionali. È devo augurarmi di non vincere perché altrimenti,  dopo, non  saprei dove andare”. L’amarezza è di avere un centro che “visto dall’esterno tutti ci invidiano. Mentre dentro fa schifo”. “Siamo passati da un progetto faraonico di 18 milioni a non riuscire nemmeno a realizzare quei minimi interventi strutturali che servono a rendere agibile la struttura”.

Leggi anche:  Lega in piazza ricordando Emilio Torti

Le aspettative dei lecchesi sono altissime

Galli, rappresentante della società civile – ex consigliere della Canottieri, consigliere della Scuola – ha gestito lo sportello con i cittadini. Ha scoltato la città, raccogliendo istanze che ha trasmesso a Tallarita per farle diventare proposte in Consiglio.

Essere all’altezza

“La parte difficile del nostro compito è essere all’altezza delle aspettative dei lecchesi” la consapevolezza enunciata da Piazza. “La parte destruens la sta facendo bene la Giunta Brivio. Che gestisce in maniera egregia il lavoro negativo” la sentenza senza appello del consigliere regionale. “Noi dobbiamo iniziare un lavoro costruttivo. Le elezioni sono state occasione per consolidare rapporti e relazioni, incontrare il mondo”. A Forza Italia, nel prossimo anno e mezzo, trovare le figure per realizzare quello che occorre fare per rilanciare Lecco. “L’amore per la nostra città è un ottimo motore di partenza, ma poi occorre realizzare le proposte”.